012Tech è il primo consorzio italiano di start up, nato a Caserta grazie all’hub 012Factory

012Tech è il primo consorzio italiano di start up

Ha visto la luce questa mattina a Caserta il primo consorzio italiano di start up, in una open innovation che rafforza il posizionamento sul mercato anche delle più piccole.

012Tech fornirà alle aziende tutti i servizi necessari all’innovazione e alla digitalizzazione, creando e consegnando un pacchetto “chiavi in mano” dalla strutturazione del progetto al piano finanziario, fino alla concretizzazione delle necessità del cliente.

L’idea è di 012Factory, l’incubatore più grande del Mezzogiorno per fatturato e per numero di start up, che ha la sua sede proprio di fronte la Reggia di Caserta.

Ciascun consorziato è in rapporto paritetico e, insieme agli altri, creerà dei prodotti fatti su misura e con costi più bassi e accessibili per le piccole e medie imprese, che costituiscono il 96 per cento del tessuto aziendale italiano.

“Adotteremo un principio che abbiamo pensato di definire “Peer innovation”, innovazione tra pari”, dice il presidente di 012Tech Sebastian Caputo, che è anche ceo di 012Factory.Proprio come accade in altri settori economici, le start up e le micro e piccole imprese innovative unite in consorzio non diventano più “satelliti” o subappaltatori delle medie e grandi, ma attrici di un operatore di mercato concorrente di queste ultime”. 

Ci sono 10 start up più 012Factory. Si tratta di Gav Projects, Genesis Brain, Itaprosol, Cna Hub 4.0 Campania Nord, Netengine, Nexus Tlc, Sentetic, WebGas, Programmazione e Controllo, e Fifth Ingenium. Si va da soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali, all’e-commerce; dall’intelligenza artificiale all’automazione dei processi.

Intanto, 012Factory ha lanciato anche il bando nazionale di partecipazione alla sua ottava academy gratuita. L’obiettivo è quello di favorire la nascita di nuove start up al termine di un percorso di formazione di 6 mesi, con 12 webinar online, 30 guest esperti in innovazione e 6 incontri in azienda. Il vincitore riceverà un premio 20 mila euro: 10 in danaro e 10 in servizi.

“La media di partecipazione di questi anni – ricorda Caputo – è di 70 soggetti. Ne selezioniamo 25-30 e quindi 6 finalisti. Il vincitore di 012Academy è uno solo, ma sono molte le start up che nascono al termine della nostra formazione e che riescono a concretizzare i propri sogni”.

Descrizione delle start up

 012Factory è un innovation hub. Attraverso i suoi programmi di Academy, Incubazione, Trasferimento Tecnologico e dell’Innovazione e di Studi e Ricerche, risponde alla domanda di innovazione di imprese, enti e persone. Ha elaborato una propria metodologia per la diffusione dell’innovazione di impresa che si basa sui principi della “cross-fertilization”, attivando processi di co-creazione e co-innovazione.

Nexus TLC sviluppa soluzioni innovative di monitoraggio e controllo remoto in diversi ambiti, tra cui quelli della sicurezza, dell’efficienza e della sostenibilità.

Sentetic sviluppa soluzioni verticali che permettono di implementare velocemente una pipeline di analisi dati, con una soluzione completa che comprende hardware di acquisizione e monitoraggio specializzato; una piattaforma modulare per l’ingestion e lo storage dei dati, la loro analisi in tempo reale tramite algoritmi proprietari di artificial intelligence, e la visualizzazione delle notifiche e dello stato di funzionamento degli apparati.

Itaprosol è una start up innovativa che ha sviluppato un nuovo strumento di e procurement per le gare d’appalto ad evidenza pubblica: il Virtual Inspection (Patent Panding). È una tecnologia ausiliaria e strumentale che consente di migliorare tecnologicamente un processo del sopralluogo di una gara d’appalto, consentendo di trasformare il sopralluogo tradizionale in un completo e valido sopralluogo virtuale rendendo la procedura più funzionale e trasparente.

Gav Projects è una start up specializzata nello sviluppo di applicativi di realtà virtuale e realtà aumentata.

Fifth Ingenium nasce nel 2014 dall’idea di creare e sviluppare una piattaforma software di healthcare in grado di aiutare e assistere persone con disabilità cognitive e motorie: Fifth Element. Da questa prima esperienza ha acquisito l’esperienza e il know-how funzionale, tecnico, marketing e manageriale che negli ultimi cinque anni le ha permesso di progettare, sviluppare e lanciare prodotti di successo, non solo nell’ambito healthcare ma anche dell’education e dell’industria 4.0.

CNA Hub 4.0 Campania Nord è un digital Innovation hub di CNA.

Genesis Brain srl è una giovane realtà, ma dispone di una consolidata esperienza nei suoi fondatori. Il focus e lo sviluppo del software sono legati al miglioramento dei processi aziendali e delle relazioni digitali grazie ad algoritmi proprietari che sfruttano tecnologie di intelligenza artificiale, blockchain, etc.

Netengine è una digital agency che si propone di assistere i propri clienti nei diversi aspetti della crescita e della gestione online del brand, favorendo l’integrazione dei processi produttivi con attività di comunicazione e marketing, e fornendo servizi tecnologici integrati orientati alle molteplici attività aziendali.

WebGas è una società di consulenza specializzata in Media Buying e Digital Marketing. Tramite la piattaforma EduTech DigitalDojo.it, eroga corsi e percorsi di formazione digitali.