La trilogia di Nevrotika in scena al Teatro Civico 14 sabato e domenica

SANCARLO50-700
delpicar700
ENJOY1
previous arrow
next arrow

Sabato 8 ottobre ore 20.00 e  Domenica 9 ottobre ore 18.00,  Teatro Civico 14 all’interno di Spazio X (via F. Petrarca 25 P.co dei Pini, Caserta) presenta NEVROTIKA VOL.7-8-9, 
una produzione ETCetera Officine Culturali
scritto e diretto da Fabiana Fazio
con Fabiana Fazio, Valeria Frallicciardi, Giulia Musciacco.

Movimenti coreografici Cecilia Lupoli, assistente alla regia Marianna Pastore, disegno luci e allestimento Angela Grimaldi, aiuto scene Barbara Veloce, costumi Alessandra Gaudioso.

L’8 e 9 ottobre il debutto di Nevrotika vol.7-8-9 al Teatro Civico 14

Uno spettacolo scritto e diretto da Fabiana Fazio, ultimo capitolo della trilogia di ETCetera Officine Culturali sulle nevrosi, che mette in scena, con uno sguardo ironico, tagliente ed esorcizzante, i vari aspetti di questo “moderno disagio”.

Dopo un funerale e una festa di compleanno, fulcro rispettivamente del primo e del secondo spettacolo, in Nevrotika vol.7-8-9 è il giorno del parto il nuovo momento/luogo di incontro/scontro tra le protagoniste: tre donne affette da disturbo ossessivo- compulsivo, in dolce (ma non troppo) attesa.

I biglietti sono acquistabili al botteghino del teatro al costo di 12 euro, 10 per il ridotto under30/over65. Per info e prenotazioni info@teatrocivico14.it oppure +39 0823441399.

Attraverso momenti di relazione, dialoghi impossibili, colloqui solitari, soliloqui affollati e atipiche esercitazioni psico-fisiche, Nevrotika vol.7-8-9 rappresenta un ulteriore passo in avanti verso quello che l’autrice Fabiana Fazio definisce “un uso consapevole del proprio potere autodistruttivo, per sviluppare appieno le proprie capacità nel procurarsi disagio”.

Nevrotika propone al pubblico una ironica provocazione: piuttosto che cercare soluzioni a questo disagio esistenziale e a questa condizione tanto infelice, “perché cercare disperatamente e inutilmente di essere felici quando si potrebbe diventare dei veri artisti nell’arte della sofferenza, andandone persino fieri?”.

La quattordicesima stagione del Teatro Civico 14 prosegue sabato 15 e domenica 16 ottobre con Molière uanmensció (o come volete voi) scritto, diretto e interpretato da Fabrizio Falco che, attraverso la vita dell’autore francese, riflette sulla condizione dell’artista oggi.

Tutte le info sulla stagione e le attività sono sul sito https://www.teatrocivico14.it e sui canali social.

Teatro Civico 14

MUTAMENTI/TEATRO CIVICO 14
Mutamenti/Teatro Civico 14 è una Compagnia Teatrale per le nuove generazioni fondata nel 2005. Si occupa di produzione di spettacoli e organizzazione di eventi, svolge laboratori di formazione teatrale e di teatro sociale in scuole, centri socio-educativi e tutte quelle realtà che operano nel campo del disagio come carceri, centri anziani, enti e strutture che si occupano di disabilità psichica e motoria.
Si occupa anche di cinema, producendo corti e documentari.

Forte l’impegno civile e sociale di Mutamenti che nella produzione dei suoi spettacoli da sempre punta su tematiche che hanno una forte implicazione con la realtà contemporanea: la follia, la camorra, l’oppressione dei media senza dimenticare le favole e il mondo dei bambini, con la forte convinzione che l’educazione e la crescita delle nuove generazioni passi per forza di cose da uno strumento immediato e significativo come il teatro.

Dal dicembre 2009 Mutamenti fonda e gestisce il Teatro Civico 14, uno spazio multidisciplinare di 80 posti. Da luglio 2016 trasferisce tutte le sue attività nel nuovo spazio a cui dà vita, Spazio X, un hub multidisciplinare di 600mq sempre a Caserta.

Riconoscimenti
Mutamenti dal 2012 è sostenuta dalla Regione Campania come esercizio teatrale per il Teatro Civico 14, e come compagnia di produzione teatrale.
Mutamenti è ad oggi riconosciuta e sostenuta dal MIC come organismo di programmazione teatrale dal 2018.
È inoltre assegnataria del contributo “Centro di residenza per il triennio 2022-2024” della Regione Campania con l’ATS Creare Campania (di cui siamo soci con Teatri Associati di Napoli, Borderline Danza di Salerno e Consorzio Operatori dello Spettacolo di Salerno) e il nostro progetto di residenza si chiama CONFINI APERTI.