15 arresti a Mondragone per traffico di droga. Preso anche Francesco La Torre, figlio del noto boss

Questa mattina i Carabinieri della compagnia di Mondragone hanno eseguito 15 arresti sgominando una banda dedita allo spaccio di droga, in particolare cocaina e crack.

Dell’organizzazione era a capo Francesco Tiberio La Torre, 31enne e figlio di Augusto, noto capoclan del litorale domizio. Insieme a lui guidavano la banda i due pregiudicati Vincenzo De Crescenzo, di 62 anni ed il figlio Salvatore, di 40 anni.

La banda era ben organizzata, con una struttura piramidale ed i ruoli erano ben distinti. Gli indagati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, riciclaggio e favoreggiamento personale.

Gli arresti di questa mattina scaturiscono dalle indagini della Procura della Repubblica di Napoli, il Sostituto Procuratore Dr. D’Alessio, sotto la supervisione del Procuratore Aggiunto Dr. Frunzio, ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.i.p. del Tribunale di Napoli che, condividendo l’intero impianto accusatorio, ha emesso complessivamente 15 provvedimenti di custodia cautelare: 13 in carcere, 1 agli arresti domiciliari e uno al divieto di dimora. A guidare le operazioni di arresto di questa mattina, avvenute nelle provincie di Caserta, Benevento e Napoli, è stato il Capitano dei Carabinieri Gino Giannotti.

Loading...