19 anni dall’11 Settembre 2001, una tragedia da non dimenticare

19 anni dall’11 Settembre 2001, una tragedia da non dimenticare

All’entrata del  National September 11 Memorial & Museum, nato per ricordare le vittime dell’attentato che sorge proprio dove un tempo si trovavano le Torri Gemelle, ritroviamo la frase  di Virgilio, tratta dall’Eneide, simbolo di quel giorno: “No day shall erase you from the memory of time”( Nessun giorno vi cancellerà dalla memoria del tempo).

L’11 Settembre -19 anni fa oggi-  19 terroristi di Al Quaeda dirottarono quattro aerei: due colpirono le Torri Gemelle che nel giro di 1 ora e 42 minuti crollarono, il terzo si abbattè sul Pentagono e il quarto, inizialmente diretto verso Washington, precipitò in un campo in Pennsylvania dopo che i passeggeri si ribellarono ai loro dirottatori. L’attacco causò la morte di 2.977 persone e il ferimento di altre 6.000, diventando l’attacco più grave che ha colpito l’America, dopo Pearl Harbor del 1914, e l’avvenimento che ha maggiormente segnato l’inizio del ventunesimo secolo.

Le morti legate alla tragedia dell’11 Settembre del 2001 continuano anche a distanza di anni poiché la grande nube sollevatasi in seguito alla caduta delle Torri ha causato gravi problemi respiratori, con forme di asma con una frequenza superiore alla media, a chi quel giorno, principalmente pompieri e volontari, si trovava a Ground Zero, la zona di Manhattan in cui prima sorgevano le Torri Gemelle. Uno studio dell’Albert Einstein College of Medicine presso la Yeshiva University ha dimostrato che le persone che si trovavano in quella zona hanno il 44% di probabilità in più di sviluppare malattie cardiovascolari.

L’11 Settembre è sicuramente ricordato come uno dei giorni più tristi della storia umana che ha inevitabilmente cambiato la percezione del mondo stesso. In questo giorno, da 19 anni, tutto il Mondo è a lutto, per non dimenticare.