23 novembre del 1980, il terremoto in Campania. Quando tremò anche la provincia di Caserta

23 novembre del 1980, il terremoto in Campania. Quando tremò anche la provincia di Caserta

Anche Caserta e provincia tremarono quel giorno terribile che distrusse buona parte della Campania e in particolare l’Irpinia. Era il 23 novembre del 1980 e ancora oggi siamo in tanti a ricordare quel fatidico giorno e le quasi 3000 persone che vi persero la vita, ancora oggi ricordiamo quel titolo del Mattino: “Fate Presto” che invitava i soccorsi ad arrivare quanto prima. La tragedia fu grande, 8.848 feriti e 300mila sfollati

Alle 19.34 di domenica 23 novembre una violenta scossa di magnitudo 6,9 sulla scala Richter, della durata di circa 90 secondi con un ipocentro di circa 30 km di profondità colpì un’area che si estendeva dall’Irpinia al Vulture, posta a cavallo delle province di Avellino, Salerno e Potenza.

Incredibile che il sisma dell’Irpinia sia una ferita ancora aperta, una ricostruzione mai completata, e una riqualificazione di fatto mai intrapresa, ma soprattutto per i ricordi strazianti di chi in quel giorno perse tutto familiari, abitazioni, comunità, tutto, come purtroppo sempre accade in queste catastrofi.

In quei terribili giorni la Protezione Civile non esisteva ancora, di fronte alle immagini di disperazione, di precarietà e di bisogno che le televisioni diffusero in tutto il mondo, si avviò finalmente la macchina dei soccorsi, guidata da Giuseppe Zamberletti, nominato Commissario straordinario del governo. Fu la premessa di una moderna struttura di Protezione Civile, di cui dispone oggi il Paese, in cui Stato, Regioni ed Enti locali sono chiamati a fare sistema.

Ed oggi la Regione Campania e la Protezione civile a 40 anni dalla tragedia ricordano le 2.734 persone che persero la vita in quegli interminabili 90 secondi, i feriti e le centinaia di migliaia di persone rimaste senza tetto.

Per la Protezione civile è una data importante perché proprio quella esperienza drammatica fu un duro monito per l’avvio di un profondo cambio di passo nella risposta organizzativa del sistema.

Da stasera, alle ore 19.34 (orario della scossa), saranno pubblicati sulla pagina Facebook della Regione Campania una serie di post per non dimenticare, ma anche per accrescere la consapevolezza del rischio e sensibilizzare sulle buone pratiche per mitigarlo.