Il 24 Maggio a Sant’Arpino un laboratorio di conoscenza del territorio con il coinvolgimento della comunità educante

Il 24 Maggio a Sant'Arpino un laboratorio di conoscenza del territorio con il coinvolgimento della comunità educante

Il 24 Maggio si terrà un laboratorio fuori porta alla scoperta dei luoghi storici di Sant’Arpino (CE) per gli alunni che partecipano a “Lavori in corso – adottiamo la città”, un progetto selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile in Italia, promosso da Legambiente Onlus in collaborazione con ANPASUniversità La SapienzaEuroUSC s.r.lDisamis s.r.l.

Uno degli obiettivi perseguiti dal progetto è quello di far diventare i ragazzi protagonisti del proprio ambiente, anche grazie al confronto con gli adulti, cooperando insieme per il benessere di tutti: scuola, territorio e tutta la comunità.

Il laboratorio permetterà ai giovani di conoscere, analizzare e studiare il proprio territorio per individuarne i problemi, ma anche per riallacciare i rapporti spesso interrotti o inesistenti tra la scuola e la cittadinanza, rendendo così possibile un patto educativo con il territorio e la comunità locale.

Ciò che mi spinge a partecipare a questi incontri è il desiderio di contribuire insieme ai ragazzi a far conoscere le potenzialità del nostro territorio. Lentusiasmo dei ragazzi è decisivo per migliorare il luogo in cui si vive. Loro rappresentano il futuro. In queste terre dovranno vivere e lavorare, e se riescono a conoscerne le radici, sapranno amare ed apprezzare di più i luoghi in cui vivono. Il progetto “Lavori in corso – adottiamo la città” in questo senso ha avuto un ruolo decisivo per tutti noi.” – dichiara l’ex sindaco di Sant’Arpino Giuseppe Dell’Aversana, e aggiunge – “Credo che conoscere i luoghi e la storia del proprio territorio porterà i giovani ad amare di più la loro città e favorirà il benessere collettivo con impegno sociale. Se si ama la propria città viene anche la voglia di impegnarsi per il sociale e la politica. Il progetto favorirà questo processo virtuoso.”

Conoscere le storie legate alle proprie origini è di fondamentale importanza per amare il luogo in cui si vive. – aggiunge il parroco di Sant’Elpidio Don Michele Manfuso – La chiesa oggi è presente in molteplici iniziative di solidarietà e per essere solidali c’è bisogno di amore e cura del prossimo. Stimolare questi sentimenti è fondamentale per rispettare il prossimo e l’ambiente in cui si vive.

Il programma della giornata:

•   Ore 9:30 – Appuntamento in piazza Umberto I e visita dei luoghi storici di Sant’Arpino guidati dall’ex sindaco Giuseppe dell’Aversana, appassionato di storia che, per la prima volta in veste di volontario, racconterà la vita di Sant’Elpidio, patrono della città.

•   Ore 12:00 –  Ritorno in piazza. Don Michele preparerà loro una merenda per un breve ristoro.