250esimo anniversario della morte di Vanvitelli. Caserta si prepara alle celebrazioni

Il primo marzo 1773 moriva a Caserta l’architetto Luigi Vanvitelli, considerato uno dei maggiori interpreti del periodo del Rococò e del Neoclassicismo, architetto della nostra Reggia di Caserta.

In vita eseguì un cospicuo numero di opere che ancor oggi caratterizzano il paesaggio di varie città italiane: a Caserta oltre la scenografica Reggia, alla quale il suo nome è tuttora indissolubilmente legato, l’imponente acquedotto Carolino; ad Ancona il grande Lazzaretto, su un’isola artificiale pentagonale da lui realizzata, e la chiesa del Gesù; a Napoli il Foro Carolino, il palazzo Doria d’Angri, La casina Vanvitelliana a Bacoli, il palazzo Calabritto e la scala nella villa de Campora Gaudiosi a Cercola, la basilica della Santissima Annunziata e l’oratorio della Scala Santa; a Roma il difficile restauro della Basilica di Santa Maria degli Angeli..

L’Amministrazione comunale intanto è già al lavoro per organizzare le celebrazioni del 2023 quando ricorrerà il 250esimo anniversario. L’assessore alla Cultura Enzo Battarra ne parla: