Il 28 ottobre i sindaci campani in piazza per la pace. L’appello del Presidente Marino: “Non manchi nessuno”

SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Non c’è più posto per le armi nella storia dell’umanità! Il Presidente Anci Campania Carlo Marino lancia un appello ad essere presenti alla manifestazione per la pace del 28 novembre in piazza Matteotti a Napoli per rilanciare il dialogo tra i popoli e far cessare il rumore delle armi. “Inviateci la preadesione” invita Marino.

“Come presidente di Anci Campania e sindaco di Caserta raccolgo l’appello lanciato dal Presidente della Regione, dal Sindaco della città metropolitana di Napoli e da tante personalità dell’associazionismo, del volontariato, dell’università e del mondo religioso e sindacale, e sarò in piazza il 28 ottobre con la fascia tricolore”, spiega il Presidente Marino.

glp-auto-336x280
lisandro

“E invito tutti i sindaci della Campania, tutti gli amministratori di Anci Campania, a fare altrettanto e a partecipare alla mobilitazione per la pace e contro la guerra. Una partecipazione istituzionale, come rappresentanti delle nostre comunità, al di là di ogni steccato ideologico: questa è una mobilitazione per la pace e non contro qualcuno.

Come Presidente di Anci Campania, sono profondamente turbato da quanto sta accadendo al confine tra Ucraina e Russia. Il rischio di una guerra nucleare, ormai a un passo, deve scuotere i nostri animi, agitare le nostre coscienze. È un rischio che sconvolge la nostra umanità.

È responsabilità di tutti, a cominciare dal nostro Governo nazionale, non solo scongiurare la corsa agli armamenti, ma anche evitare ogni discorso di odio, ogni riferimento alla violenza, ogni forma di nazionalismo che induca alla continuazione di un conflitto che giudico insensato e fuori dalla Storia.

Il 28 ottobre sarò in piazza Matteotti a Napoli, con la mia fascia tricolore e con il vessillo di Anci Campania e le bandiere della pace, per ribadire che i popoli, tutti i popoli, sono chiamati a convivere nella cooperazione e nel dialogo. Sarò in piazza per chiedere dalla diplomazia italiana ed europea, di fare di più per raggiungere il traguardo di una tregua. Subito, basta indugiare!

Chiedo perciò a tutti i miei colleghi sindaci di essere presenti: la pace è un bene prezioso al quale l’umanità non può e non deve mai rinunciare”.

Fonte www.ancicampania.it