Asl Caserta, 3 giornate di formazione obbligatoria. L’allattamento nei primi 1000 giorni di vita

Asl Caserta, 3 giornate di formazione obbligatoria. L’allattamento nei primi 1000 giorni di vita
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Avrà luogo, nelle giornate del 3, 4, 5 giugno 2024, la prima delle tre edizioni del Corso di Formazione obbligatorio “Le buone pratiche da sostenere: l’Allattamento Materno nei primi 1000 giorni di vita” rivolto agli operatori consultoriali e dei punti nascita aziendali e del privato accreditato coinvolti nelle attività di sostegno all’allattamento materno.

Il Corso, organizzato dal gruppo di lavoro diretto dal referente del PL 11 i Primi 1000 giorni di vita e direttore della UOC di Neonatologia e pediatria del P.O Moscati di Aversa, Dott. Domenico Perri, si terrà presso la UOC Formazione Aziendale, diretta dal dott. Arcangelo Correra, ubicata in Via Santa Lucia, Aversa e prevede la collaborazione della UOC di Ostetricia e Ginecologia del PO Moscati di Aversa, diretta dal dott. Pasquale Gallo, per lo svolgimento della formazione sul campo.

glp-auto-336x280
lisandro

Direttore Scientifico e Docente del Corso sarà il Prof. Riccardo Davanzo, Presidente del Tavolo tecnico operativo interdisciplinare per la promozione dell’allattamento al seno (TAS) istituito c/o il Ministero della Salute.

La formazione è orientata ad accrescere le competenze degli operatori sanitari relative alla pratica e alla promozione dell’allattamento al seno in modo efficace, uniforme e capillare nella rete assistenziale territoriale e ospedaliera materno-infantile.

Tale iniziativa rientra tra le azioni previste dal Programma Libero 11 “I primi 1000 giorni di vita” nell’ambito del PRP 2020-2025 adottato dall’ASL Caserta per incrementare la percentuale di nuovi nati allattati al seno e promuovere una tra le più importanti determinanti di salute della popolazione, in grado di favorire il raggiungimento del massimo potenziale biologico per il bambino e protettivo per la salute di quel bambino e della popolazione futura.

Il raggiungimento di questo obiettivo richiede che ogni madre venga sostenuta affinché possa scegliere in maniera consapevole circa le modalità di alimentazione del proprio bambino. In questa cornice, la formazione del personale coinvolto risulta un’azione prioritaria finalizzata ad assicurare delle buone pratiche assistenziali per avviare e mantenere l’allattamento.

Occorre non lasciare sole le madri, comunicare in modo efficace, sostenere la fisiologia offrendo ascolto attivo presenza e competenza e il primo passo è curare la formazione di coloro che, per mandato, sono chiamati a prendersi cura delle famiglie in una fase della vita tanto cruciale e delicata.