#3ANNISENZAGIULIO, in Piazza Ruggiero per chiedere ancora giustizia per Giulio Regeni

#3ANNISENZAGIULIO è l’ashtag lanciato in ogni piazza d’Italia per chiedere ancora a gran voce giustizia per l’assassinio di Giulio Regeni.

Alle 19.41 di oggi, venerdì 25 gennaio in oltre 100 piazze italiane mille luci saranno pronte ad accendersi per ricordare la sparizione di Giulio Regeni, all’ora esatta dell’ultimo sms inviato da Giulio prima di essere sequestrato, barbaramente torturato ed assassinato in Egitto.

A Caserta l’incontro sarà in PIAZZA RUGGIERO (alle spalle della casa comunale), con raduno dalle 19.00. Nel corso dell’evento, organizzato da Speranza per Caserta, saranno fornite candele con flambeaux giallo, che saranno accese contemporaneamente alle 19.41,

Per maggiori info

Evento nazionale:
https://www.facebook.com/events/295263637796307/?ti=icl

Pagina web:
https://www.amnesty.it/3annisenzagiulio/

Intanto prosegue la pressione del governo egiziano sul consulente legale della famiglia Regeni in Egitto cui era stata “inspiegabilmente” arrestata la moglie e liberata dopo oltre sette mesi. Secondo quanto riporta La Repubblica personale della National Security, il servizio segreto civile, ha telefonato a Mohammed Lotfy per ordinargli di riportare ogni notizia che potesse essere utile a capire le mosse della famiglia Regeni. Lotfy, attivista e ricercatore di Amnesty International e direttore della Commissione egiziana per i diritti umani, al Fatto Quotidiano aveva raccontato come in Egitto continuino retate e torture, ma questo non avrebbe fermato la sua ricerca di verità sulla morte del giovane ricercatore friuliano. Secondo quanto riporta Repubblica la chiamata è arrivata dagli stessi uffici, che stando alle indagini della procura di Roma, aveva condotto l’attività di pedinamento e dossieraggio prima che fosse sequestrato, torturato e ucciso.