9 luglio 2006, la nazionale Italiana di calcio conquista la vetta del mondo per la quarta volta

9 luglio 2006, la nazionale Italiana di calcio conquista la vetta del mondo per la quarta volta

“Il cielo è azzurro sopra Berlino”, chi mai potrà dimenticare l’emozione e la gioia nel sentir pronunciare questa frase. Era il 9 luglio del 2006 e la nazionale Italiana vinceva per l’ultima volta il campionato mondiale di calcio.

Con ben 15 partecipazioni precedenti, l’Italia di Marcello Lippi si appresta a rimanere nella storia, vincendo il quarto mondiale ed affiancandosi così a squadre del calibro della Germania, con il sogno di agganciare la fuoriclasse per eccellenza, ovvero il Brasile.

Nei tempi regolamentari la partita era terminata 1-1: Zinedine Zidane, capitano della squadra, aveva segnato per la Francia su rigore dopo soli 7 minuti dall’inizio della partita; circa dieci minuti dopo Marco Materazzi di testa aveva pareggiato. Sia i tempi regolamentari che i supplementari lasciarono il risultato invariato, giunti ai rigori, l’Italia vinse grazie all’errore di Trezeguet, il quale tirò un pallone che colpì clamorosamente la traversa. Il rigore decisivo fu tirato da Fabio Grosso.

Oltre che per la vittoria Italiana, la partita viene ricordata inoltre a causa di un evento particolare, la quale dinamica non è mai stata ricostruita realmente, ovvero la testata che Zinedine Zidane tirò a Marco Materazzi, il quale probabilmente aveva scherzato in modo disdicevole con il capitano della squadra avversaria, provocando in lui tale brutale azione.

Il ricordo è ancora oggi vivido nelle nostre menti, dal momento che sono passati “solo” quattordici anni da quel giorno incomparabile e dal momento che negli ultimi anni la nazionale di calcio Italiana ha lasciato parecchio a desiderare, non essendo neppure riuscita a superare la fase a gironi né nei mondiali sudafricani del 2010 e né in quelli brasiliani del 2014, non arrivando neppure a qualificarsi per i mondiali russi del 2018.

La nazionale italiana vanta 4 titoli mondiali (Italia 1934, Francia 1938, Spagna 1982 e Germania 2006) e un Europeo (Italia 1968). Inoltre ha conquistato un oro olimpico nel 1936 e due Coppe Internazionali conquistate negli anni 1920 e 1930.