Sentieri di Memoria Storie e teatro, a San Clemente si festeggia la notte di San Giovanni

Sentieri di Memoria Storie e teatro, a San Clemente si festeggia la notte di San Giovanni
Cappella campestre di Santa Maria a Macerata
glp-auto-700x150
mywell
previous arrow
next arrow

Cappella campestre di Santa Maria a Macerata a San Clemente di Caserta. La leggenda della notte d’ ’a mamma e d’ ’a figlia, edizione del decennale

E sono dieci. Dieci anni da quando nel 2014 al Parco di S. Maria a Macerata in San Clemente di Caserta è stata recuperata e celebrata di nuovo un’antica leggenda legata alla notte di San Giovanni.

Si racconta che in una “cupa” alla periferia della frazione casertana, a mezzanotte appaiano di nuovo la “mamma” e la “figlia” (trasposizione popolare della vicenda del martirio di San Giovanni Battista decapitato da Erode grazie alle manovre di Erodiate e Salome) per rimproverarsi l’antico misfatto.

E gli incauti spettatori rischiano di fare la stessa fine del cugino di Gesù. La tradizione dei giovani del paese è stata, nel tempo, una specie di prova di coraggio: andare a vedere se la leggenda corrispondeva a verità.

Anche quest’anno domenica 23 giugno con inizio alle 21.00 nella notte di san Giovanni, sarà rievocata la secolare tradizione: come al solito, “Sentieri di Memoria”, il gruppo che cura l’organizzazione, ne farà l’occasione per un evento di festa, di arte e di cultura.

Quest’anno sarà la volta di una cena “in bianco”: prenotandosi (e indossando un tocco di bianco), sarà possibile partecipare ad una grande tavolata con un menu di piatti della tradizione.

Non mancheranno momenti di spettacolo: Pierluigi Tortora, a cui verrà consegnato il Premio “Santa Maria a Macerata”, anch’esso alla decima edizione, presenterà alcuni suoi “cavalli di battaglia”; Gennaro Vitrone, assieme al chitarrista Ernesto Orecchio, canterà alcuni suoi brani; sarà inaugurata anche una nuovissima “casetta dei libri” per fare di questo bellissimo spazio naturale anche un luogo di lettura e riflessione.

E a mezzanotte precisa si attenderà l’arrivo della “mamma” e della “figlia”. Il ricavato dell’evento sarà devoluto alla Fondazione “Chops-Malattie rare” per sostenere la ricerca e alla Parrocchia di S. Clemente P.M. per le attività in favore dei giovani.

Per informazioni e prenotazioni si può visitare la pagina FB di “Sentieri di Memoria”.

Per conoscere in modo più approfondito la leggenda si può leggere un breve testo a questo link: https://drive.google.com/file/d/1d-YZ1bBYhiWd909xIqDYnEnYDzcLCbvi/view