Abbattimento barriere architettoniche, iniziati a Caserta i primi interventi. Si parte con la Pista al Geometra

SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Questa mattina a Caserta sono iniziati i primi interventi mirati all’abbattimento delle barriere architettoniche e alla riqualificazione dei marciapiedi. Ad annunciarlo è l’Assessore ai Lavori Pubblici, Massimiliano Marzo che precisa: “I lavori saranno effettuati in Viale Gallicola, Viale Buonarroti, Via Gemito e una parte di Via Unità Italiana“.

In Via Unità Italiana si interverrà nel tratto che va dall’incrocio con Via Sud Piazza D’Armi fino al Monumento ai Caduti.

glp-auto-336x280
lisandro

Riqualifichiamo il marciapiede che attualmente si presenta in pessime condizioni a causa delle radici degli alberi posizionati al margine dello stesso, che nel corso del tempo hanno alzato la struttura penetrando persino sotto il manto stradale – spiega l’Assessore con delega, tra le altre, proprio al Piano di eliminazione delle barriere architettoniche – E’ prevista inoltre la sostituzione di 18 alberi ad alto fusto, la creazione di uno spazio nuovo su cui posizionare la fermata autobus e la realizzazione di una rampa per diversamente abili”.

In Viale Michelangelo Buonarroti-Viale Gallicola, invece, il progetto prevede la riqualificazione del percorso podistico presente intorno all’Istituto Buonarroti e la sostituzione delle attuali attrezzature ginniche con un impianto ginnico sportivo più moderno – continua l’Assessore Marzo – Infine, in Via Gemito, si procederà al rifacimento della pavimentazione del marciapiede, in particolare nel tratto finale, e alla realizzazione di 4 rampe per diversamente abili”.

“Con questi interventi si concretizza il tema dell’accessibilità tanto decantato ma troppo spesso ignorato – dichiara Massimiliano Marzo – L’accessibilità non è un tema che riguarda solo le persone con diversa abilità motoria, ma anche una mamma che cammina con suo figlio nel passeggino o un anziano che fatica a muoversi con facilità.

È nostro dovere garantire a tutti i cittadini gli stessi diritti e le stesse opportunità. Eliminare le barriere architettoniche significa, infatti, maggiore autonomia per i portatori di handicap e, dunque, maggiore inclusione sociale”.

Ma non è tutto. “Sono in procinto di partire anche altri due progetti mirati all’abbattimento di barriere architettoniche in città. Vi terrò aggiornati nei prossimi giorni”, conclude l’Assessore Marzo.