Addobbi rubati all’associazione “Diamo una Mano”, l’appello sui social: piovono le offerte dei casertani

Guarda il video all'interno

Dopo il furto degli addobbi natalizi subito a Caserta dall’associazione “Diamo un mano” che si recava in visita al reparto di Oncologia Pediatrica dell’azienda Ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano (un danno di oltre 700 euro), un’onta di sdegno e rabbia ha colpito davvero tutta la comunità. Ovviamente e purtroppo la cosa è immediatamente saltata agli onori della cronaca, ma questo è servito a scatenare la solidarietà delle persone che hanno risposto con grande generosità.

Il risalto della notizia e l’appello sui social non solo ha moltiplicato i volontari ma sono piovute offerte ancor più sostanziose del “maltolto” con le quali non solo è stato possibile continuare il lavoro per addobbare i reparti di oncologia pediatrica di Napoli e Caserta ma saranno anche acquistati regali per i genitori e buoni pasto per le mamme meno abbienti.

E così ieri pomeriggio, domenica 1 dicembre l’associazione è tornata a Caserta per decorare il reparto sono arrivati anche volontari estemporanei che si sono prestati a trasformare delle stanze d’ospedale in un sognante “luogo” da favola per consentire ai bambini ammalati di vivere almeno un po’ la magia del Natale.

E intanto qualcuno pensa anche alla “figuraccia” davanti all’intero Paese fatta dalla città di Caserta e chiede che “la nostra Città si costituisca parte civile per danno di immagine”.

Sta succedendo in queste ore qualcosa di eccezionale… un passaparola fuori controllo a dare una mano a DiamoUnaMano 🙂

Geplaatst door DiamoUnaMano op Zaterdag 30 november 2019

Loading...