Al Cinema-Teatro Duel di Caserta, come imparare le lingue attraverso lo spettacolo con Materlingua

Oranges améres

Oranges amères”  è questo il titolo dello spettacolo che è stato presentato, nella giornata del 27 gennaio, dalla compagnia teatrale “Materlingua”  che da poco ha iniziato il suo tour nelle città italiane. La metodologia adottata dagli artisti in scena è particolarmente innovativa, in quanto si propone di promuovere l’insegnamento delle lingue straniere attraverso l’utilizzo della musica e dell’arte teatrale.

La forte carica emozionale, unita alla funzione didattica, proietta gli spettatori in un viaggio fantastico alla scoperta di diversità culturali che non si ergono come barriere, ma come occasione di arricchimento.

Il racconto, ambientato nel 1962, ha catapultato gli spettatori nella Parigi e nell’Algeria dei tempi coloniali, due realtà così diverse eppure così vicine, personificate nei due protagonisti del racconto. La trama si snoda intorno alla storia d’amore tra Michel, ragazzo d’origine francese, nato in Algeria, e Jasmine, nata e cresciuta nella colonia francese. La concessione dell’indipendenza all’Algeria costringe Michel e la sua famiglia a tornare a Parigi dove si sente uno straniero, pur essendo la Francia il suo paese. Sarà l’amore per la letteratura a dare ai due giovani la forza di continuare ad amarsi al di là di ogni forma di discriminazione.

Tanti sono stati gli spunti di riflessione che, nascosti nella narrazione veloce e incalzante, hanno promosso una profonda riflessione su tematiche moderne e contemporanee, senza margine di tempo o luogo: il colonialismo, versione antica della moderna globalizzazione   che ha impoverito intere nazioni per il bene di pochi e a discapito di molti, le difficoltà di integrazione di coloro che si percepiscono stranieri in patria, la condizione femminile nelle diverse culture, la forza dell’ amore vero e soprattutto il potere della cultura che vince ogni pregiudizio.

Particolarmente suggestiva l’atmosfera che si è creata nella sala teatro del cinema Duel, dove i giovani attori hanno instaurato un feeling immediato e intenso con studenti e i docenti, coinvolgendoli in un’interazione fatta di balli, canti e divertenti scambi di battute, all’insegna di una diversità linguistica che unisce e non divide.

Una mattinata diversa che ha coinvolto gli studenti del Liceo Classico della comunicazione “Pietro Giannone”  e di altri istituti casertani impegnati nella promozione della cultura e della lingua francese che continua a configurarsi come la ”lingua del domani”. In un mondo, sempre più onnicomprensivo, conoscere più lingue è diventato il “passpartout” che permette di essere parte integrante di una società senza più barriere.