Al comune di Marcianise la raccolta firme per il Referendum sull’eutanasia legale

Sul portale del Comune di Marcianise è pubblicato l’avviso per la raccolta firme sul Referendum per rendere legale l’eutanasia nel nostro paese.

Fino al 12 settembre 2021 presso l’ufficio Anagrafe del Comune di Marcianise, nei normali giorni ed orari di apertura al pubblico, è possibile sottoscrivere la proposta di Referendum “Eutanasia Legale”.

Ammalarsi fa parte della vita. Come guarire, morire, nascere, invecchiare, amare. Le buone leggi servono alla vita: per impedire che siano altri a decidere per noi”.

È partita ufficialmente il 17 giugno la campagna proposta dall’associazione Luca Coscioni di Marco Cappato, alle urne, con il sostegno dei Radicali Italiani. A Roma, Milano, Torino i banchetti sono già allestiti.

Sul sito ufficiale del Referendum c’è anche la possibilità di diventare un attivista, ci si può infatti attivare come volontario organizzando un tavolo nel proprio Comune, partecipando a un tavolo organizzato da altri o, semplicemente, invitando i propri contatti a firmare il quesito https://referendum.eutanasialegale.it/partecipa-come-attivista/

Il quesito prevede una parziale abrogazione dell’articolo 579 del codice penale, che riguarda l’«omicidio del consenziente», e vuole rendere non punibile l’eutanasia «attiva», che si ha quando vengono somministrati farmaci che provocano la morte di chi la richiede e non, come nel caso dell’eutanasia «passiva», quando si interrompono le cure necessarie alla sopravvivenza (come, ad esempio, l’alimentazione artificiale).

Per poter dare la parola ai cittadini sull’eutanasia, bisogna raccogliere 500.000 firme in tutta Italia entro il 30 settembre 2021.