Al Parco degli Aranci di Caserta i laboratori per la “Festa dell’Albero” con le scuole del quartiere

Festa dell'Albero

Via alla mappa arborea: ogni albero della Villa avrà la sua carta d’identità

E’ iniziato stamattina, in occasione della Festa dell’Albero, il percorso di 3 incontri attraverso il quale due classi delle elementari, una dell’I.c. Don Milani e una dell’I.c. Vanvitelli andranno alla scoperta degli oltre 30 alberi ed arbusti della Villa S.M. delle Beatitudini e che, per la prima volta in un giardino pubblico di Caserta, doterà di una carta di identità (cartacea e digitale) l’intero patrimonio verde del bene comune di Parco degli Aranci.

La Villa S.M. delle Beatitudini è infatti uno dei giardini pubblici gestiti tramite Patto di Collaborazione tra il Comitato Parco degli Aranci e il Comune di Caserta. E’ un ampio giardino gestito dai cittadini dal 2019, dopo anni di abbandono e degrado. In 2 anni, malgrado il freno imposto dalla pandemia, l’assemblea di gestione della villa a cadenza quindicinale non si è mai fermata e così, tanto è stato fatto insieme per dare un nuovo volto all’unico giardino dell’intero quartiere: ripristino dell’acqua e della luce, installazione di giochi, murales, ripristino della chiusura notturna coi turni dei cittadini, area di triciclo sharing, mostre, concerti, teatro.

Questo nuovo anno scolastico ci ha permesso di riprendere la collaborazione già avviata con le due scuole del quartiere, primaria e secondaria di primo grado. Grazie a presidi e docenti che condividono i percorsi di cittadinanza attiva e rigenerazione urbana portati avanti dal Comitato Parco degli Aranci, è iniziato un ciclo di 3 incontri.

Il primo incontro si è tenuto venerdì 19 novembre in Villa, con giochi e attività alla scoperta di alberi ed arbusti, tra cui Leccio, Tiglio, Falso Pepe, Albicocco, Gelsomino, Arancio amaro e tanti altri.

Venerdì 26 novembre l’attività continuerà in classe, con i volontari del Comitato, per realizzare cartelloni informativi e una carta di identità per ogni albero della Villa, che sarà corredata da un qr code col quale, grazie al supporto della rete Biblioteca Bene Comune, sarà possibile accedere a contenuti multimediali, audiolibri, rubriche di letture ad alta voce e in lingua dei segni, miti greci, canzoni e poesie inerenti le varie specie presenti.
Venerdì 3 dicembre, si tornerà in Villa per affiggere le carte di identità.

“Come cittadini impegnati nella cura e nella valorizzazione del verde pubblico, siamo molto preoccupati dello stato di salute degli alberi della nostra città, nonché della scarsa presenza, della poca cura e del livello di manutenzione che gli alberi subiscono in buona parte del territorio urbano.

Il laboratorio con le scuole è occasione di conoscenza ma anche di tutela del verde di Caserta: ci auguriamo che altri beni comuni possano dotare i propri alberi di una carta di identità cartacea e digitale e che il Comune colga questa attività come stimolo a dotarsi quanto prima di un Piano di tutela e salvaguardia del verde urbano, di concerto con associazioni, esperti e cittadini”.