Al Parco degli Aranci “scoppia” la fontanina pubblica. Il Consigliere Boccagna paga di sua tasca la riparazione

HONDALIVETOUR
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Il quartiere di Parco degli Aranci, popolosa area di Caserta est, ex zona 167, è una comunità abbastanza sodale, un comitato di quartiere attivo, un gruppo social su Facebook sul quale colloquiare e confrontarsi, residenti non “sconosciuti” gli uni agli altri. Insomma un quartiere che fa rete, salvo qualche problema di vivibilità ormai comune a tutte le aree cittadine.

La premessa vale per raccontare che quando succede qualcosa si attiva una sorta di catena, un passaparola che, nei limite del possibile, fa scattare il “soccorso“.

glp-auto-336x280
lisandro

E’ quanto accaduto ieri notte alla rottura dell’unica fontanina pubblica, (in realtà un’altra fontanella è nella villetta, ma è accessibile solo a cancelli aperti) la cosa potrebbe non sembrare una grande notizia, ma lo è diventata nel momento che ci si è tutti preoccupati del ripristino di quella che viene considerata un’oasi nel deserto.

La fontanina di Parco degli Aranci è posta nel cuore del quartiere, all’interno del grande parcheggio antistante il V Circolo Don Milani, la cui metà funge anche da area mercatale. Utilizzata da tutti nel vero senso della parola, dai ragazzi che vengono al playground per giocare a basket, dai cittadini a passeggio con i cani, tanto che l’operatore ecologico della zona, Vincenzo Rivetti, provvede a posizionare una ciotola alla base per poter far fruire dell’acqua anche ai randagi qualora di passaggio.

Le attività commerciali che stazionano nello spazio, il fruttivendolo, il furgone pescheria, il mercatino dell’abbigliamento. I molti che fanno attività sportiva sulla pista attorno al famigerato “buco”. Ma anche il residente che tornando a casa a piedi ha semplicemente bisogno di rinfrancarsi un attimo.

Insomma c’è vita attorno a questa fontanina. Ieri sera intorno alle 23 scattano le prime segnalazioni: la fontanina è “scoppiata”, nel senso che improvvisamente è saltato il rubinetto con una conseguente violenta fuoriuscita di acqua.

Un giro di messaggi tra alcuni residenti fa partire la segnalazione alla Italgas, e come spesso accade in situazioni di emergenza, viene informato il consigliere comunale Andrea Boccagna che è residente nel quartiere.

Vista l’ora tarda e la difficoltà di un intervento in tempo reale, dopo un’oretta, qualcuno di buon cuore, scende a chiudere l’acqua direttamente dal tombino di collegamento.

Intanto come si vede dal video la fuoriuscita d’acqua è consistente. Il consigliere Boccagna raggiunto dalle segnalazioni gira il video ad un suo contatto con Italgas. Questa mattina però la fontanina ancora perdeva.

La riparazione della fontanina è diventata un’urgenza del quartiere e stamane tutti i passanti lamentavano il fatto, considerate anche le altissime temperature. Quando sarebbe arrivato l’intervento dell’Italgas, quanto bisognava aspettare?

Ed è accaduto l’inaspettato: il consigliere Boccagna si è recato in mattinata dal dirigente al Comune, ma non trovandolo è intervenuto personalmente: oggi pomeriggio la fontanella sarà riparata e provvederà lo stesso consigliere per il pagamento del nuovo rubinetto e la manutenzione.

Non sempre un rappresentante istituzionale, per quanto residente prende a cuore le problematiche della zona in cui vive e impegna la propria tasca per farlo. Sui social inevitabili i ringraziamenti pubblici: “Voglio ringraziare Andrea Boccagna personalmente perché è tra le poche persone a cui ci si può rivolgere in questo quartiere“, ha commentato una residente, portavoce anche dei ringraziamenti di tutti.