Al via a Caserta il festival “Terra di Libri”. I primi due appuntamento con Matteo Cantori e Marco Marsullo

Caserta – Matteo Cantori e Marco Marsullo – rispettivamente con «Lo sport valore universale» (Editoriale Romani) e «La prima volta che mi sono innamorato» (Feltrinelli) – sono i primi autori ad aprire la seconda edizione di Terra di Libri. Festival salesiano della letteratura in Terra di Lavoro con due appuntamenti presso la libreria Feltrinelli domani e dopodomani – giovedì 19 e venerdì 20 maggio- alle 18.00.

Dopo la prima edizione tenutasi interamente online, il festival – promosso dall’Unione Exallievi don Bosco «Umberto Cirillo» di Caserta e realizzato con la collaborazione dell’Istituto Salesiano di Caserta e del Laboratorio «Orao» del Cortile dei Gentili della Diocesi di Caserta – è pronto a promuovere l’incontro tra scrittori e lettori in pieno centro a Caserta, spaziando tra prestigiose firme nazionali e territoriali.

Matteo Cantori – in prima nazionale ed internazionale a Caserta, domani – con «Lo sport linguaggio universale. Athletica Vaticana e Fiamme Gialle» racconta i valori di una esperienza che unisce, fortifica, consolida i rapporti umani, crea condivisione. Ogni Forza armata ha un proprio gruppo sportivo; singolare e di un certo significato è la storia del Gruppo Polisportivo Fiamme Gialle felicemente gemellata con Athletica Vaticana, l’omologa dello Stato d’Oltretevere, vivendo una crescita non solo sportiva tout court, ma anche umana e soprattutto cristiana.

A dialogare con l’autore ci saranno Michele De Simone, delegato Coni Caserta, Angelo Musone, olimpionico di pugilato, e Giuliano Petrungaro, presidente Panathlon Caserta. A moderare l’incontro Lucio Bernardo, giornalista della Gazzetta dello Sport.

Dopo Cantori e Marsullo (venerdì alle 18.00, sempre in Feltrinelli a Caserta), gli appuntamenti riprenderanno lunedì 23 maggio con Giovanni Verde ed il suo «Giustizia, politica, democrazia. Viaggio nel Paese e nella Costituzione» (Rubbettino) alle 18.00 presso l’Istituto Salesiano di Caserta. Martedì 24 (in Feltrinelli) ci sarà, invece, Patrizia Bove con «Dodici note. Storie di donne e di musica» (Edizioni Iod).

Mercoledì, alle 18.30 presso l’Istituto Salesiano, il Collettivo Nottetempo racconta «Le mille e una notte». Giovedì (medesima ora e medesimo luogo) il casertano Matteo Caracciolo presenta «Dall’Io al Noi. Partecipazione, identità ed appartenenza ad una Associazione». Venerdì – in attesa di conferma – sarà la volta di Diego De Silva al Teatro don Bosco con «Sono felice, dove ho sbagliato?» (Einaudi), ultima avventura dell’avvocato Vincenzo Malinconico.

A chiudere il festival, sabato in anteprima nazionale, un altro casertano, Luigi Ferraiuolo, presenta «Italia sacra, straordinaria e misteriosa. Viaggio per esploratori con l’anima» (San Paolo) alle 18.30 presso l’Istituto Salesiano.

Il festival – curato da Gianrolando Scaringi – è realizzato grazie alla collaborazione del Collettivo Nottetempo, dell’Associazione Donne Giuriste Italia, sezione di Caserta, del Panathlon Caserta e della libreria La Feltrinelli Caserta ed è finanziato con fondi a vertere sul Bando 2021 per la concessione di contributi per progetti di solidarietà e/o di utilità sociale della Federazione Italiana Exallievi/e di don Bosco.