Al via la rassegna di cinema d’autore al Ricciardi di Capua. Programmazione di qualità e incontri con i protagonisti

Al via al Teatrio Ricciardi di Capua la rassegna cinematografica d’autore #ilcinemadichiamailcinema curata da Francesco Massarelli, ed è già pioggia di consensi e prenotazioni.

In collaborazione con “Capua il Luogo della Lingua festival” e “Circolo dei lettori di Capua – Cose d’Interni Libri”, la programmazione d’autore rimarca la qualità già espressa e apprezzata con l’avvio del “Capua  Film Fest – Dialoghi d’autore ” l’appuntamento mensile con il cinema italiano ed i suoi autori ed interpreti che il 23 settembre scorso registro il sould out al Teatro Ricciardi di Capua con la proiezione del film “5 è il numero perfetto” e l’incontro con il regista  Igort, e gli attori Toni Servillo e Vincenzo Nemolato.

E mentre si attendono i prossimi incontri mensili con il “Capua Film Fest“, la rassegna d’autore di Capua si candida ad essere l’appuntamento più atteso dei week end casertani, un punto di incontro, condivisione e discussione che rappresenti la casa di tutti i cinefili del territorio con una programmazione, anche nei weekend, di alta qualità che si differenzi dai comuni circuiti commerciali.

Il tutto allo storico Teatro Ricciardi di Capua, tra i più antichi della regione, un luogo dove la storia e la bellezza della struttura, testimoni del passato, si sposano con un impianto audiovisivo di ultima generazione

Lo start de  #ilcinemadichiamailcinema sarà, da oggi e fino al 9 ottobre, il film  Yesterday, l’attesissima commedia di Danny Boyle (Trainspotting, Piccole bugie tra amici, The millionaire), scritta da Richard Curtis (4 matrimoni e un funerale, Notthing Hill, I love Radio Rock) che mescola malinconia ed adrenalina nel racconto di un mondo che improvvisamente si ritrova senza Beatles e di quello che poi li riscoprirà.

La rassegna continuerà tutti i week end fino a novembre con la proiezione di film capolavoro come La vita invisibile di Euridice Gusmao , l’incantevole film di Lelouch con Trintignant ed Anouk Aimée che rivivono il loro folle amore di “Un uomo, una donna”, due film di Venezia 76 uno dietro l’altro in un evento domenicale che profumerà di laguna e red carpet e poi ancora la formidabile accoppiata Servillo/Hoffman in “L’uomo del Labirinto“, Ozon e il suo “Grazie a Dio“, i Dardenne con “L’età giovane” e “Le veritàKore’eda.

Senza dimenticare i classici restaurati della Cineteca: ad ottobre tocca ad Apocalipse now, ed il Capua Film Fest che è già pronto ad ospitare Laura Luchetti con il suo bellissimo e delicato Fiore Gemello .