Al via il primo evento “Off City” di Wine&Thecity al Museo Provinciale Campano di Capua

glp-auto-700x150
mywell
previous arrow
next arrow

Capua – Giovedì 8 Giugno il Museo Provinciale Campano di Capua ospita il primo appuntamento “Off City” della XV Edizione di Wine&Thecity – la rassegna napoletana che dal 2008 unisce arte, vino, moda e cultura – realizzato in collaborazione con l’Associazione Nazionale Le Donne del Vino Delegazione Campania: in programma un percorso tutto al femminile pensato per permettere ai visitatori di conoscere alcune delle bellezze architettoniche e artistiche di Capua, illustre ed antica metropoli, e del più significativo Museo della civiltà italica in Campania.

A partire dalle ore 18.30  i presenti verranno guidati alla scoperta della collezione “Le Matres Matutae” vero e proprio gioiello del Museo Provinciale Campano di Capua, tra le raccolte più preziose che i musei italiani e stranieri possano vantare: in esposizione le statue in tufo delle “Madri” donne sedute con uno o più bambini tra le braccia rinvenute tra il 1873 e il 1887 in una grande ara votiva in località Petrara in prossimità dell’antica Capua. Un complesso unico nel suo genere, testimonianza del culto con il quale gli antichi campani onoravano il mistero della vita attraverso la creazione di simulacri votivi raffiguranti figure femminili colte nell’atto di offrire se stesse e la loro prole alla dea “Mater Matuta” come segno di ringraziamento per il dono della fecondità.

sancarlolab-336-280
sancarlolab-336-280
previous arrow
next arrow

La visita prosegue all’insegna dell’arte contemporanea e dell’estro femminile con la mostra “Vita come saliente avidità” dell’artista veneziana Matilde Sambo: per l’occasione verrà presentata al pubblico una parte scultorea di bronzi e un video realizzato all’interno dell’Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere con i quali l’artista indaga il corpo, lo spazio e la relazione tra esseri viventi e ambiente.  I cardini del progetto – suddiviso in tre atti Vestizione, Combattimento e Cura – sono i rituali di amore e di lotta del mondo animale e umano. Sarà inoltre presente un atto performativo della lottatrice napoletana Isabel Comite.

 “Abbiamo il piacere di presentare  al Museo Provinciale Campano di Capua la creatività  di Matilde Sambo con la mostra “Vita come saliente avidità” e di ospitare un appuntamento della XV edizione della manifestazione Wine&Thecity che coniuga cultura del bere ed esplorazione di spazi culturali. Sono gli eventi di alto profilo come questi che ci conducono nella giusta direzione di un rilancio strategico del Museo” afferma Giorgio Magliocca Presidente della Provincia di Caserta

Ad accompagnare il percorso artistico anche un percorso sensoriale di degustazione: nel calici i vini dell’Associazione Nazionale Le Donne del Vino Delegazione Campania associazione senza scopo di lucro – fondata nel 1988 e che oggi conta più di 1000 produttrici, ristoratrici, enotecarie, sommelier, giornaliste ed esperte – impegnata nel promuovere la cultura e la conoscenza del vino attraverso la formazione e la valorizzazione del ruolo della donna nel settore vitivinicolo.

Il Museo Provinciale Campano di Capua è ospitato nello storico Palazzo Antignano edificio risalente al IX secolo che incorpora le vestigia della chiesa longobarda San Lorenzo ad Crucem e che vanta un prezioso portale durazzesco-catalano dove sono ancora visibili gli stemmi degli Antignano e d’Alagno. Fondato dal Canonico Gabriele Iannelli nel 1870 ed inaugurato più tardi nel 1874 il Museo accoglie al suo interno reperti e documenti di valore inestimabile: in esso è possibile rivivere, passo dopo passo, la vita di una città che ha visto avvicendarsi Osci ed Etruschi, Sanniti e Romani, Longobardi e Normanni e poi Svevi, Angioini, Aragonesi e Spagnoli. Una città la cui storia è legata a grandi personaggi come Spartaco e Annibale, Cesare Borgia ed Ettore Fieramosca. Distrutto da un violento bombardamento nel 1943 riapre al pubblico tredici anni più tardi con nuove sale pensate per accogliere le numerose collezioni. Oggi il Museo vanta due reparti – Archeologico e Medievale – con annessa un’importante Biblioteca, tre grandi cortili e un ampio giardino.

Wine&Thecity nasce da un’idea di Donatella Bernabò Silorata ed è un progetto indipendente dell’Associazione Wine&Thecityrealizzato con il Patrocinio del Comune di Napoli e il fondamentale supporto di sponsor privati e mecenati. Sostengono la XV edizione di Wine&Thecity La Reggia Designer Outlet McArthurGlen, Zurich Bank, A&C Motors Concessionaria Audi per Napoli e Caserta, Mulino Caputo, Miriade, Aceto Andrea Milano. 

“Coltiviamo ebbrezza creativa, mettiamo in moto la città, andiamo alla scoperta di luoghi mai visti o semplicemente dimenticati. Siamo nomadi e trasversali, parliamo molti linguaggi. Ci piace la contaminazione, sovvertiamo gli stereotipi. Crediamo nella pluralità di voci e nel vino come espressione culturale” è il manifesto della rassegna che dal 2008 ha cambiato il maggio napoletano.

www.wineandthecity.it