Alla Feltrinelli di Caserta la presentazione del libro”Storia della mozzarella di Bufala”

GIORDANI
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Storia della mozzarella di bufala. L’oro bianco della Campania Felix, editore Melagrana, a cura di Pasquale Iorio

Caserta, venerdì 1 dicembre 2023 ore 17.30 La Feltrinelli, corso Trieste 254

Saluti: Enzo Battarra, Assessore Cultura Caserta Con l’autore intervengono Alessandro Ciambrone, architetto, Gianni Fabbris, Altragricoltura – Coordinamento in difesa patrimonio bufalino.

sancarlolab-336-280

Coordina Nando Santanastaso, Il Mattino . In collaborazione con Auser Casagiove, CasertaTurismo, Tenuta San Domenico.

La copertina scelta dall’editore è un’opera d’arte dell’artista Alessandro Ciambrone.

La mozzarella di bufala campana è un prodotto DOP, conosciuto in tutto il mondo come rappresentazione della millenaria eccellenza campana.

Questo libro illustra la nobile arte dei maestri caseari, le origini, le tecniche e l’apporto delle nuove tecnologie stanno avendo nella produzione e nella diffusione di questa prelibatezza.

La presente ricerca è un viaggio appassionante che ci conduce dai caseifici casertani a quelli della Piana del Sele, passando per l’entroterra napoletano e non solo, un viaggio all’insegna della Mozzarella e degli altri prodotti caseari che sono il fiore all’occhiello dell’offerta gastronomica campana assieme agli altri spettacolari prodotti regionali.

Storia della Mozzarella di bufala è un libro realizzato grazie al contributo di: Tenuta San Domenico – Masseria Giò Sole – Caserta Turismo – Camera di Commercio Industria e Artigianato Caserta – Regione campania – Comune di Cancello Arnone – Nel quadro delle attività “Letture di gusto.

Libri, cibo, territorio e ambiente” per ripartire con la cultura come rete delle Piazze del Sapere abbiamo in programma diverse iniziative, che in particolare sono tese a far conoscere e valorizzare le eccellenze del nostro territorio.

In particolare, grazie all’apporto di esperti del settore e di produttori, abbiamo curato una ricerca dedicata alla storia della bufala e mozzarella DOP, ormai apprezzata in tutto il mondo.

Per la prima volta nella nostra provincia (ed anche in Campania) viene svolta una analisi sulle origini del cosiddetto “oro bianco” (la mozzarella), sulle caratteristiche delle bufale e degli allevamenti, sulla loro provenienza, sulla qualità e sulle dimensioni dei prodotti caseari, che vede Caserta come provincia leader a livello nazionale.

Il volume intende colmare una lacuna per offrire un contributo scientifico alla conoscenza e alla valenza della filiera e del settore caseario.

Non appena il volume sarà pronto verrà avviata una campagna di promozione con incontri ed eventi, non solo in Campania a partire da Caserta e Napoli, ma anche in altre Regioni e città (come Roma e Formia nel Lazio), fino a Firenze, Bologna e Milano al Nord; mentre al Sud saremo in vari città della provincia di Salerno, in quelle di Matera e di Potenza.

Come ha sottolineato Rita Monastero (LovelyCheffa®, Chef e scrittrice) nella sua prefazione al volume, come la mozzarella va considerata come ”una millenaria eccellenza campana, …. equiparabile a una perla, con la sua purezza lattiginosa; mi affascina la sua consistenza elastica e morbida allo stesso tempo; mi disseta con la freschezza del latte che scivola via al taglio – letteralmente non me ne stanco mai”.

Tra le materi prime usate in cucina, per la mozzarella resta per me la Regina, perché non sempre un alimento ha la capacità di fare pasto a sé e contemporaneamente brillare per versatilità.

E aggiunge: “Fermatevi un attimo a riflettere su quante siano le ricette semplici o complesse che si possono realizzare con la nostra Regina: la tradizionalissima insalata caprese o la pasta al forno con cuore filante, il più semplice dei panini o fritture elaborate; mi è capitato addirittura di trovarla come ingrediente principale di dolci. Comunque la si prepari o la si mangi, è sempre appagante e seducente con il suo gusto pieno e tenace”.