All’Arena Spartacus Festival si racconta il giornalista Silvestro Montanaro attraverso il suo ultimo lavoro

Domani sera, sabato 19 settembre, l’Anfiteatro Campano a a Santa Maria Capua Vetere, l’associazione Amico Bio Spartacus Arena ha organizzato una retrospettiva su Silvestro Montanaro, giornalista e documentarista casertano da poco scomparso. L’iniziativa con il sostegno di UCSI, Unione Cattolica Stampa Italiana.

𝗦𝗶𝗹𝘃𝗲𝘀𝘁𝗿𝗼 𝗠𝗼𝗻𝘁𝗮𝗻𝗮𝗿𝗼, nato a Sora, classe ’54, scriveva spostandosi da un posto all’altro per raccontarne le ingiustizie dei territori e i sogni delle comunità con lo sguardo del vero giornalista. I suoi documentari hanno girato il mondo e accompagnato numerose campagne di verità e di difesa dei diritti umani, ricevendo, sia in Italia che all’estero, i più prestigiosi riconoscimenti. Abbiamo scelto, insieme alla famiglia, di proiettare il suo ultimo lavoro: “E quel giorno uccisero la felicità”.

Il vero giornalista – amava dire Montanaro –  entra nei palazzi del potere solo quando deve e sempre a testa alta. Rappresenta infatti la voglia di conoscenza critica della gente. Da quei palazzi quindi non accettera’ mai ordini o facili verita’. L’unico padrone di un giornalista infatti e’ il racconto veritiero e critico della realta’ ed il suo unico e vero editore sono i lettori ed i telespettatori”.

𝗜𝗻𝗳𝗼:
3923070500 – 08231965152 – 08231831093
arena.spartacus@gmail.com
arenaspartacus.it
spartacusarena.it

𝗗𝗶𝗿𝗲𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗔𝗿𝘁𝗶𝘀𝘁𝗶𝗰𝗮: Donato Cutolo | donatocutolo.it