Covid-19, altro che distanziamento sociale! Oggi il Molo Beverello preso d’assalto dai turisti diretti alle isole

Molo Beverello preso d'assalto dai turisti diretti alle isole
Foto tratta dal profilo Facebook del Comitato Utenti Trasporto Isola di Procida

Centinaia di vacanzieri, dopo le privazioni dovute al lock down, hanno preso d’assalto il Molo Beverello di Napoli per imbarcarsi sui traghetti e gli aliscafi che collegano il capoluogo partenopeo alle isole Capri, Ischia e Procida.

Per molto tempo queste isole, a causa delle misure adottate per contenere il contagio da Covid-19, sono risultate off-limits ai villeggianti. Da alcuni giorni questa limitazione, però, è stata abolita e quindi parecchi turisti “mordi e fuggi”, perlopiù originari della Campania, già dalle prime ore di stamattina hanno affollato gli imbarchi.

Già ieri sui profili social era stato segnalato il problema: “Quello che è successo oggi 26 giugno alle 14.30 al Molo Beverello di Napoli con 600 persone una sull’altra per imbarcare su tre aliscafi in partenza per Ischia, Capri e Procida ha dell’assurdo. Nessuna autorità si è preoccupata di disciplinare gli imbarchi. Saltate tutte le distanze di sicurezza e ogni forma di controllo sulla temperatura. Inutile puntare il dito contro gli assembramenti se poi le autorità  preposte non sono capaci di disciplinare e garantire la sicurezza.

Ora si spera che venga preso qualche provvedimento in merito per salvaguardare la salute dei cittadini e non vanificare i sacrifici fatti finora. Naturalmente non è pensabile che, senza alcun controllo, le persone si autogestiscano, purtroppo è necessaria la presenza delle forze dell’ordine che facciano rispettare almeno il distanziamento.