Angela Eliseo: entra nel vivo il processo per la morte della donna travolta a Maddaloni

Giustizia per Angela Eliseo: dopo tre anni il processo per omicidio stradale contro l'investitore della mamma di Maddaloni

Conclusa la prima udienza del processo, il prossimo 21 maggio, a tre anni dalla tragedia, si torna in aula per l’ascolto dei primi testimoni presso la Terza Sezione del Tribunale Penale di Santa Maria Capua Vetere per omicidio stradale.

Entra così nel vivo il processo con rito ordinario a carico dell’imputato Luigi Giaquinto  per il reato di omicidio stradale innanzi la terza sezione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere Giudice Monocratico, dott. Giuseppe MECCARIELLO.

Nel corso della prima udienza sono stati esperiti gli adempimenti formali per la costituzione della parti e lo svolgimento del procedimento. Il giudice Meccariello ha fissato la prossima udienza a venerdì 21 maggio, praticamente a tre anni dal tragico investimento costato la vita ad Angela Eliseo. In tale data avrà inizio l’interrogatorio di periti e testimoni a cominciare da quelli della Pubblica Accusa. Le indagini, coordinate dal Pubblico Ministero Dott. Sergio Occhionero sono state affidate al Comandante della Stazione dei Carabinieri di Maddaloni, Maresciallo Domenico Di Carluccio.

Il marito Salvatore Del Monaco, presente a questa come a tutte le udienze anche nella fase preliminare, e la famiglia della vittima   confidano che il processo permetta un completo e rigoroso accertamento dei fatti e delle responsabilità.

L’imputato, sfrecciando a bordo di una moto  da corsa di grossa cilindrata, investì mortalmente  la povera Angela Eliseo il 31 maggio 2018 in via Cupillo in pieno centro a Maddaloni allora di punta. Dopo l’investimento, la moto continuò a trascinare il corpo della vittima sull’asfalto.

La vicenda suscitò scalpore e commozione a Maddaloni. Angela Eliseo era molto impegnata in attività di solidarietà e volontariato. Era molto benvoluta, la sua morte continua a suscitare dolore insieme alla richiesta di verità e giustizia. La comunità di Maddaloni segue con attenzione e partecipazione la vicenda anche per impedire che altre famiglie ed amici debbano piangere in futuro vittime della strada.

Il ricordo di Angela Eliseo, della sua bontà e della sua drammatica morte è ancora molto vivo in città. Nel suo nome sono nate diverse iniziative benefiche come L’Emporio della Solidarietà che, in collaborazione con il Banco Alimentare Campania, fornisce viveri ed abiti, servizi sanitari ed assistenza a persone e famiglie indigenti.