Nuovo appello per la volpe con la rogna segnalata a Casertavecchia da oltre un anno. Finora nessun aiuto

Mangia tra i rifiuti e non ha paura dell’uomo, si lascia avvicinare, ma forse è proprio questo uno dei motivi per cui si è ammalata, troppo a contatto con le nostre immondizie. Parliamo di una bellissima volpe rossa avvistata sulla panoramica per Casertavecchia, a quanto pare sembra abbia contratto la rogna e andrebbe assolutamente curata.

Secondo le segnalazioni sui social network l’avvistamento e conseguente segnalazione risale ad oltre un anno fa, come conferma questo utente: “È più di un anno che è stata segnalata alla protezione animali. L’anno scorso vagava tra Briano e San Leucio, poi è stata avvistata più volte a Casertavecchia. Piú di una persona ha segnalato la cosa ma evidentemente non è stato fatto granché“.

Ma la foto che vedete in copertina è solo di riferimento, perchè l’immagine che la ritrae è questa sfocata. Rosa De Simone, la donna che è riuscita ad immortalarla, pubblicando sul gruppo social di cittadinanza attiva CCVIC-C Ciò Che vedo in Città Caserta, purtroppo non ha potuto avvicinarsi di più. Alle sua spalle si intravede anche un vecchio televisore di quelli a tubo catodico, ed è davvero triste non solo che il nostro territorio debba essere trattato in questo modo, con tale abbandono, ma anche vedere come un animale selvatico di tale bellezza debba ridursi a vivere tra le nostre mondezze urbane.

Su quella strada che è una delle più belle che abbiamo  – aggiunge la signora Rosa –  nonostante la monnezza, c’è la rucola, valeriana, asparagi, ginestre, ci sono sentieri fantastici. Dovremmo apprezzare di più il nostro territorio. Dimenticavo ho visto anche un capriolo“.

Un doppio appello dunque da parte dei cittadini, innanzitutto salviamo la piccola volpe che si nutre di rifiuti ed ha contratto una brutta forma di rogna ed attiviamo un controllo maggiore del territorio affinché queste oscene forme di inciviltà nello sversare rifiuti, tra l’altro spesso anche rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, dannosissimi, non abbiano più luogo.

Non sappiamo chi chiamare, l’Enpa la Protezione Animali, la Forestale – riferiscono i cittadini che hanno segnalato la volpina – ormai è troppo tempo che si trova in queste condizioni, sta peggiorando e noi che lo sappiamo non possiamo lasciala morire così, aiutatela…”!