Appello e petizione per riaprire subito la Biblioteca Comunale “Alfonso Ruggiero” di Caserta

Caserta – La rete di associazioni facenti parte del progetto “Biblioteca bene comune” lancia un appello diretto al Comune di Caserta per riaprire la Biblioteca Comunale “Alfonso Ruggiero” e le sue aule studio per renderla di nuovo uno spazio culturale vivo.
Con lo slogan “Riapriamo la Biblioteca” esiste anche una petizione, che si può firmare a questo link: https://forms.gle/Z5ZH1LELVVpAvdjc7.
Di seguito il comunicato della rete associativa Biblioteca Bene Comune:

“Siamo studenti, genitori, anziani, attivisti di associazioni e gruppi della città. Come tutti, veniamo da 14 lunghi e duri mesi di isolamento e distanziamento sociale. Abbiamo rinunciato, di necessità, alle occasioni per stare insieme, per studiare insieme, per confrontarci in un dibattito, per vedere un film e discuterne, per far giocare insieme i bambini, per leggere un libro e parlarne faccia a faccia, in presenza.

La Campania è in zona gialla da un mese. Abbiamo ricominciato a frequentare le piazze, i ristoranti, i pub, i bar, le scuole, ma non abbiamo ricominciato a vivere la Biblioteca Comunale della nostra città.

Uno spazio bello, luminoso, ampio, a via Laviano, nel cuore di Caserta. Fino a prima della pandemia, era frequentato da centinaia di studenti ogni giorno. Lo scorso anno, la Biblioteca ha riaperto su prenotazione i propri servizi solo ad ottobre, con 5 mesi di ritardo rispetto a tante altre città.

Oggi, di nuovo, constatiamo che la ripresa delle attività culturali negli spazi pubblici e la ripresa dei servizi dedicati agli studenti, come le aule studio, non sono una priorità né lo sono stati in questi lunghi mesi di chiusure, durante i quali si sarebbe potuto lavorare per quei piccoli, ordinari accorgimenti che gli spazi necessitano come la riparazione di un tubo, il taglio dell’erba, il rinnovo degli estintori scaduti.

Col supporto costante dei dipendenti della struttura e dell’Assessorato alla Cultura, i ragazzi dell’associazione Combo- Comitato Biblioteca Organizzata che fa parte della rete, nelle ultime settimane si sono adoperati per sistemare le luci delle aule studio, progettare il miglioramento delle aree verdi e comprenderne le criticità da risolvere.

Insomma, apportare piccoli miglioramenti ad un luogo che sentiamo come un bene comune della città e che è l’unico spazio pubblico dove gli studenti possono ritrovarsi per studiare.

Una struttura che, con i suoi ampi spazi all’aperto e al chiuso, i suoi ingressi differenziati e le numerose associazioni che ne supportano la gestione, può e deve diventare un polo vivo di socialità e cultura per Caserta, uno spazio dove ritrovarsi anche la sera e nei weekend, in tutta sicurezza, per godersi la presentazione di un libro, dibattere su temi di attualità, ascoltare un concerto, prendersi cura delle aree verdi e degli spazi inutilizzati al proprio interno.

Chiediamo all’Amministrazione Comunale di aprire quanto prima le aule studio della Biblioteca A. Ruggiero di Caserta e di aprirle con un sistema di prenotazione agevole, che ne favorisca l’utilizzo e non sia invece una trappola burocratica.

Chiediamo di costruire sin da ora, insieme, un calendario di iniziative sociali e culturali che animino la Biblioteca nei prossimi mesi e di partecipare alla gestione dello spazio, come già stabilito dal “Regolamento cittadino per l’amministrazione condivisa”.