Appello di Italia Nostra per un “Macrico” pubblico  e verde al 100%

Ex-Macrico, veduta aerea

Caserta –  La sezione casertana di Italia Nostra ha appreso con amarezza e  stupore della Delibera di Giunta Comunale  di Caserta, del 25 maggio scorso, relativa al Programma di Riqualificazione Urbana dell’Area Est, in cui si prevede la realizzazione di un asse viario della larghezza di 20 metri attraverso l’area MACRICO, tangente alla Caserma Sacchi, con relativo ampio  parcheggio.

Tutto questo, in assoluto dispregio del PUC in itinere e della pianificazione provinciale; senza contare che sull’area insistono numerosi vincoli apposti dalla Soprintendenza di Caserta.

Italia Nostra ribadisce, ancora una volta, che si opporrà in tutte le sedi ad ogni tentativo di frazionare l’area e comprometterne l’integrità: ogni nuovo asse viario può costituire un grimaldello per future cementificazioni.

Fin dal gennaio 2001 i cittadini casertani chiedono, inascoltati, che il MACRICO divenga il Parco pubblico di cui Caserta ha sempre più bisogno: basti pensare, ad esempio, agli ultimi dati ISTAT, dai quali si evince che nella provincia di Caserta si vive in media 4 anni di meno rispetto a quella di Firenze.

Italia Nostra ribadisce, quindi, la priorità del Macrico pubblico e verde al 100%  e CHIEDE alla Soprintendenza di non autorizzare l’apertura della strada,  al Comune di Caserta di non danneggiare irreversibilmente l’unica vera e possibile risorsa di verde urbano per la città e all’Istituto Diocesano Sostentamento Clero, proprietario dell’area  di preservare questo bene comune, indivisibile e prezioso per la vita di tutti.

Infine, Italia Nostra chiede, ancora una volta, al Comune di Caserta e all’IDSC di adoperarsi per concretizzare e rendere fruibile, finalmente, il Parco pubblico che i cittadini attendono da troppi anni.

Presidente di Italia Nostra
sez. di Caserta “Antonella Franzese”
dott. ssa Maria Rosaria Iacono

Loading...