Archiviata la trentacinquesima edizione degli Internazionali Femminili di Tennis Città di Caserta

Archiviata la trentacinquesima edizione degli Internazionali Femminili di Tennis Città di Caserta
glp-auto-700x150
mywell
previous arrow
next arrow

La trentacinquesima edizione degli Internazionali Femminili di Tennis Città di Caserta – Trofeo Cogepa, con un montepremi di $60.000, è ormai storia. La vincitrice di questa competizione è stata la sorprendente Leyre Romero Gormaz, proveniente da Valencia, Spagna.

Nella finale, Leyre ha superato la svizzera Jil Teichmann, ex numero 21 del ranking Wta, in una partita avvincente che si è conclusa dopo tre set: 6-2; 4-6; 6-4. Questa straordinaria vittoria ha reso Leyre una delle rivelazioni dell’edizione 2024, insieme alla promettente diciassettenne giapponese Sara Saito.

lucabrancaccio
lapagliara
glp-auto-336x280
previous arrow
next arrow

Sara, purtroppo, è stata eliminata in semifinale dalla stessa Teichmann, in una maratona di gioco epica che ha durato oltre tre ore e trenta minuti, con un punteggio di 1-6; 7-6; 7-6. Questo torneo a Caserta dimostra ancora una volta di essere un trampolino di lancio per le giovani talentuose tenniste.

Dopo una settimana trascorsa nella magnifica Terra di Lavoro, le giocatrici continueranno il loro viaggio da un torneo all’altro, portando con sé nel cuore i bei ricordi del modesto ma accogliente circolo casertano.

Per loro, abituate a spostarsi tra hotel e campi da tennis, ritrovarsi a Caserta è come sentirsi a casa. I ricordi felici e vivaci di Caserta emergono ogni volta che lo sguardo si posa sul trofeo consegnato alle regine del palcoscenico: un capolavoro firmato dal genio del design Mario Basile.

Quest’opera d’arte carica di significato dipinge la sontuosità della regale dimora vanvitelliana accompagnata da una confezione scintillante di vino delle Fattorie Alois che incarna l’eccellenza della Terra di Lavoro. Istantaneamente lo spirito viene trasportato in un turbinio di ricordi vividi e opportunità promettenti.

E come il vino il torneo del circolo casertano più invecchia e più diventa buono, apprezzato e amato dalle protagoniste e dal supervisor ITF Guido Pezzella che ha avuto solo parole di elogio nel meeting conclusivo della manifestazione con il presidente Massimo Rossi, il responsabile organizzativo Gianpaolo Papiro, il direttore Beppe Mancini ed il coordinatore dei player desk e assistenza alle giocatrici Marco Matera.

Il successo del torneo è testimoniato dai numeri raggiunti sui social media del Tennis Club Caserta (dati completamente organici e non a pagamento).

Il grande lavoro svolto dai professionisti dell’immagine della Fairness Agency con filmati, post con le bellissime foto di Gennaro Buco ed i reel sui social ha dato i loro frutti.

Alcuni numeri: 56.447 account raggiunti per 222mila impression. Quasi 33mila views alle stories, 26mila ai reel video.

Per un pubblico social internazionale: il paese più attivo l’Italia con 67,7% di share, ma a seguire Paesi come la Colombia  (nazione delle due finaliste del doppio Lizarazo e Perez-Garcia) con il 7,1%, la Grecia con il 4,7% (nazione di Despina Papamichail che ha vinto il doppio con la colombiana Yuliana Lizarazo) e la Spagna con il 3,6% (nazione che ha dato i natali sia alla vincitrice Leyre Romero Gormaz nata a Valencia che alla finalista Jil Teichmann nata a Barcellona da genitori svizzeri).

L’età più attive di coloro che si sono collegati: nella fascia da 25 a 34 anni: 31%; da 18 a 14 anni: 25%; da 35 a 44 anni: 15%; da 45 a 54 anni: 14%; altro 15%.