Arienzo, canile municipale: via libera alla realizzazione della nuova struttura

Canile Municipale, arriva l’ok della Giunta: via libera alla realizzazione in via Cimitero. L’approvazione, avvenuta ieri mattina con voto unanime, ha già dato seguito alla fase successiva, affidata all’Ufficio Tecnico, che si occuperà di definire e seguire l’iter finalizzato alla creazione della prima struttura comunale dedicata all’accoglienza degli animali d’affezione.

Fino ad oggi, infatti, il Comune di Arienzo aveva fatto affidamento su un rifugio privato, con un costo mensile pari a circa mille euro. Un impegno che l’Amministrazione Guida non ha voluto più rimandare e che consentirà non solo di prevenire e risolvere il problema del randagismo, ma anche di ottenere un risparmio sulle spese relative all’ospitalità e al sostentamento degli animali a quattro zampe.

Inoltre, sarà possibile intervenire subito sull’abbandono e sui casi di acquisizione delle abitudini di cattività, avendo uno spazio sul territorio riservato alla loro custodia e potendo, così, proteggere anche la popolazione nell’immediato.

La problematica è molto sentita – ha dichiarato il sindaco Giuseppe Guida e, fin dal nostro insediamento, è oggetto di attenzione e valutazione; vista l’emergenza sanitaria, abbiamo atteso tempi migliori per poter dare concretezza a tale progetto e, ora, siamo pronti a dare il via a tutte le procedure che condurranno alla sua realizzazione. In tal modo, andremo a tutelare i nostri animali, li toglieremo dalla strada e dai suoi pericoli, avremo la possibilità di monitorare meglio l’andamento del fenomeno e salvaguarderemo, allo stesso tempo, salute pubblica e ambiente”.

Tanti gli aspetti legati al randagismo, che coinvolgono, tra gli altri, l’incolumità dei cittadini e la tutela degli spazi pubblici. “La necessità di costruire una struttura comunale – ha aggiunto – è diventata sempre più pressante, proprio perché sono coinvolti una serie di fattori, che toccano da vicino anche la nostra comunità. Serviva un provvedimento serio e attuabile in loco; tale iniziativa andrà ad incidere, inoltre, sulle nostre casse, portandoci ad un notevole risparmio sui costi di gestione rispetto ai circa 12.000 euro annui, puntualmente versati dal nostro Comune ad un Canile privato”.

Un passo avanti che potrà favorire eventuali adozioni: “Gli animali d’affezione saranno accolti in un’area adeguata – ha concluso – in cui potranno essere accuditi, ma sarà possibile anche adottarli e dargli una nuova casa; in tal senso, contiamo molto sulla collaborazione della collettività”.