Arienzo, operatore della comunità “Mondo Solidale” aggredito da immigrato. Arrestato dai Carabinieri era recidivo

I carabinieri della stazione di Arienzo (CE), in quel centro, unitamente ai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Maddaloni (CE), hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato per resistenza a Pubblico Ufficiale, estorsione e tentata estorsione, di D. M., guineano, cl. 1996, in Italia senza fissa dimora.

I militari dell’Arma, a seguito di una richiesta pervenuta sul “112”, sono intervenuti in via Pizzolla ad Arienzo, sorprendendo il guineano mentre inveiva e cercava di colpire un operatore della comunità di accoglienza “Mondo Solidale”, sita in quel centro.

L’aggressore, incurante della presenza dei carabinieri, ha minacciato di morte l’operatore, chiedendo soldi e tentando di colpirlo più volte. Solo l’intervento dei militari ha permesso di bloccarlo ed arrestarlo.

La vittima ha successivamente sporto denuncia querela nei confronti del suo aggressore riferendo che già precedentemente era stato dallo stesso  aggredito e minacciato di morte, se non gli avesse consegnato del denaro.

L’arrestato è stato accompagnato presso la casa  circondariale di Santa Maria Capua Vetere (CE), a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.