Arriva la selezione regionale di Miss Italia 2019 a Santa Maria Capua Vetere venerdì 28 giugno

Santa Maria Capua Vetere – Manca poco alla prossima tappa ufficiale del concorso di Miss Italia: la sera di venerdì 28 giugno presso il New Moma lounge bar di Santa Maria Capua Vetere avrà luogo la selezione regionale del concorso di bellezza più prestigioso d’Italia.

Quella di Santa Maria Capua Vetere sarà la terza tappa di selezione di Miss Italia 2019 in Campania, la seconda in provincia di Caserta, dopo le tappe di Caianello del 2 marzo (vinta da Alessandra Simeone) e del 14 giugno a Casalnuovo.
In palio ci saranno 6 fasce per altrettante ragazze che potranno così accedere alla fase delle finali regionali, la prima delle quali è prevista il 5 luglio a Pomigliano D’Arco.

Le iscrizioni sono ancora aperte, le ragazze che desiderano concorrere per inseguire il sogno di diventare Miss Italia possono iscriversi sul sito ufficiale www.missitalia.it oppure contattando l’agenzia Campania dell’esclusivista Antonio Contaldo attraverso la pagina ufficiale Facebook oppure al numero 3356223110.
La selezione è aperta a tutte le ragazze maggiorenni residenti nella regione Campania.

Durante la serata, come sempre, sono previste le esibizioni di numerosi artisti e l’intervento di prestigiosi ospiti che si alterneranno sul palco con le Miss, ognuna delle quali avrà un momento per mostrare il proprio talento artistico oltre alla propria bellezza.
Lo show sarà presentato da Erennio De Vita affiancato nella conduzione dalla bellissima Fiorenza D’Antonio, napoletana, seconda assoluta a Miss Italia nel 2018 e vincitrice della fascia Miss Italia Social essendo stata in assoluto la ragazza più votata dal pubblico.

La serata si terrà all’aperto, nell’ampio piazzale del New Moma in via Caduti di Nassirya. L’inizio è previsto per le ore 20:30 e l’ingresso sarà libero. L’evento è stato fortemente voluto dal patron del New Moma, l’imprenditore Vincenzo Moronese, e dal direttore artistico del noto lounge bar Gigio Rosa che si è avvalso della collaborazione di Giuseppe Cosenza per l’organizzazione.