“Arte come meraviglia”, mostra personale di Domenico Fatigati

Particolare di una delle ultime opere di Domenico Fatigati

Al Museo d’Arte Contemporanea di Caserta, stasera 17 dicembre alle ore 18:00, vi sarà il vernissage “Arte come meraviglia“, mostra personale di Domenico Fatigati curata da Massimo Sgroi.

Testi critici di Giorgio Agnisola e Massimo Sgroi. Dott. Alfredo Fontanella, responsabile del museo. La mostra sarà allestita fino al 12 gennaio 2020.

Centro Culturale Sant’Agostino, ingresso Via Mazzini 16, Caserta.
Orari: dal lunedì al venerdì 9:00/13:00 – martedì e giovedì 15:00/17:30

Domenico Fatigati
Domenico Fatigati

Domenico Fatigati nasce ad Acerra, dove vive ed opera in Via Giacomo Leopardi, 4. Ha frequentato l’Istituto Statale d’Arte “F.Palizzi” e l’Accademia delle Belle Arti di Napoli. La sua attività artistica inizia nel 1969 con la partecipazione al Premio Nazionale d’Arte Visiva “La Feluca d’Oro” di Bari, riscuotendo un ampio successo di critica. Si è sempre interessato dell’Optical Art e dell’Astrattismo geometrico. Ha esposto a mostre collettive locali, regionali e nazionali. Presente in diverse fiere d’Arte. Mostre Personali in diverse città. Una parte della sua produzione artistica appartiene a collezioni private. Le Opere sono in permanenza presso gallerie d’Arte.

Evocherei persino, per l’arte di Mimmo Fatigati, l’idea di sacralità. Nel senso più ampio possibile, al di fuori di ogni contesto confessionale. Le sue opere non sono solo costruzioni fondate sulla geometria, sulla forma e sul colore, ma implicano un pensamento sull’intervento della luce, che è una parte integrande del lavoro; annettono poi una sorta di rituale, nella ripetizione della forma e del colore, nella moltiplicazione degli sguardi interni e esterni all’opera stessa.“ (Giogrio Agnisola)