Aspri d’Autore inaugura la stagione autunnale con la mostra Délicatesse dell’artista francese Marie Hance

Gricignano di Aversa – Percorso d’autunno per “Aspri d’Autore”: la rassegna prosegue il suo viaggio con una nuova tappa in calendario: la mostra Délicatesse, a cura dell’artista francese Marie Hance. Vigne aperte in Masseria Campito per l’evento al tramonto, in programma per venerdì 23 settembre alle ore 19:00.

La mostra, tappa della rassegna Aspri d’Autore, rientra nell’omonimo progetto  nato in collaborazione con l’associazione Aversaturismo al fine di realizzare una serie di eventi culturali ed artistici legati ed ispirati al vino Asprinio di Aversa, autentica eccellenza
rappresentativa del territorio.

“L’intento di Aspri d’Autore è quello di invitare autori ed artisti le cui peculiarità risultano correlate all’asprezza del vino Asprinio, per raccontare Aversa e l’intero territorio in un’ottica di promozione e valorizzazione del suo patrimonio culturale ed enogastronomico” dichiara Gaetano Ippolito, socio di Aversaturismo ed ideatore del progetto.

A cura dell’associazione Aversaturismo la sottoscrizione di accordi di partenariato con il Comune di Aversa (Assessorato alla Cultura) e con tre istituti scolastici di Aversa – l’I.T.E. “Alfonso Gallo”, l’Istituto d’Istruzione Superiore “Leonardo da Vinci”, l’Istituto d’ Istruzione Superiore “ A.Volta”.

La mostra Délicatesse.

Al centro delle opere che saranno esposte, l’universo femminile in eterno movimento tra fragilità e sogni, nella ricerca della vita con il calore della delicatezza inesauribilmente carica di forza. Protagoniste, le donne che nel viaggio del tempo sono state celebrate da poeti, scrittori e compositori in tutte le loro sfumature e qui prendono sostanziale forma nella pittura di Marie Hance.

“E proprio a loro ho deciso di affidarmi, per raccontarne la grazia, la forza, la bellezza, il carattere, l’intelligenza, il coraggio, la passione e il talento – ha dichiarato l’artista francese – Fra i molteplici soprusi perpetrati nel corso della storia, sicuramente quelli attuati dall’uomo ai danni della donna è uno dei più dolorosi. Non sono solo ricorrenti nella storia occidentale, ma si riscontra in quasi tutte le “culture” esistenti.

 Tale forma di prevaricazione si configura come tendenza a considerare la donna un essere inferiore e, perciò, a relegarla nel chiuso delle pareti domestiche, obbligandola a porsi al servizio dell’uomo”.

L’artista

Marie Hance, lorena di nascita, a soli 9 anni viene premiata come acquarellista, poi si perfeziona nella tecnica ad olio su tela. Artista poliedrica, tra i vari riconoscimenti vince più volte il premio per gli allestimenti artistici delle vetrine. Molte sue opere, anche in acrilico e carboncino, sono realizzate su pannelli di legno mdf che scolpisce e personalizza a mano, ancora prima di dipingerli.

Al suo attivo decine di mostre personali in Francia, con numerosi riconoscimenti. Recentemente ha ricevuto un encomio da “Save de Children” per un Maradona il cui ricavato della vendita è stato devoluto in beneficenza.