Assurdo alla Reggia, ritrovate due reti da letto sul fondo della peschiera grande

Caserta – Quantomeno singolare ciò che è stato scoperto questa mattina all’interno della Reggia di Caserta, bene Unesco simbolo della città e in quanto tale luogo che dovrebbe essere preservato da ogni atto di vandalismo e inciviltà. I casertani, e non solo loro, sanno bene che purtroppo non sempre è stato così, e che gli strascichi degli atti irresponsabili e degli scempi commessi soprattutto in passato fanno sentire i loro effetti ancora oggi.

E’ proprio quello che è accaduto qualche ora fa quando, durante un’esercitazione fatta per testare un nuovo mezzo fornito dalla Regione Campania, alcuni uomini della Protezione Civile durante le operazioni di pulizia (che non venivano effettuate da molti anni) hanno trovato sul fondo della vasca della peschiera grande due reti da letto, che sono state poi recuperate e riportate all’aria, chissà dopo quanto tempo. A dare notizia del ritrovamento è stato il direttore del monumento vanvitelliano Mauro Felicori, che ha pubblicato l’incredibile immagine sui social.

Le domande in questo caso sono le stesse che i cittadini si sono posti in occasione di altri episodi simili, quando all’interno del Parco Reale sono stati ritrovati oggetti e rifiuti di ogni tipo: come avrà fatto il cretino di turno a entrare con due comode reti da letto al seguito? O è stato qualcuno che viveva o lavorava all’interno della Reggia a commettere questo deplorevole gesto?

Un mistero che resterà con tutta probabilità irrisolto, ma l’augurio è che questa vicenda possa servire per far osservare ancora di più le regole ed evitare in futuro ulteriori episodi offensivi nei confronti della secolare storia del monumento borbonico.