Attimi di ‘900. Scene, persone e famiglie leuciane. Materiali per un Archivio Fotografico diffuso e partecipato

Attimi di '900. Scene, persone e famiglie leuciane
(Archivio Ciro Carnevale)
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Sabato 17 febbraio 2024 ore 18:00
Caserta, San Leucio – Piazza Trattoria, 1

La mostra di Foto d’epoca sarà introdotta da:
Lucio Carnevale (Presidente Circolo Sociale San Leucio)
Domenico Villano (Presidente Proloco Real Sito San Leucio)
Giancarlo Pignataro (Curatore della mostra)

Il film di Bernardo Bertolucci Novecento si apre con i titoli di testa che appaiono sul quadro di Giuseppe Pellizza da Volpedo, Il quarto stato, che la macchina da presa, dapprima stretta su un primo piano dell’operaio al centro dell’opera, attraverso un movimento lento si allontana fino a mostrare il dipinto nella sua interezza. Come gli operai del quadro, i contadini del film vanno incontro al nuovo secolo.

Bruno-Cristillo-Fotografo
Terrazza Leuciana
Bruno-Cristillo-Fotografo
previous arrow
next arrow

“Il suono delle sirene segnava l’inizio del lavoro e il fumo delle ciminiere si levava alto nel cielo” così Mario, mio padre, ammonisce le giovani generazioni a voler progettare un futuro consapevole che sa guardare indietro (come fanno le tre persone riportate nel manifesto) non per nostalgia ma per prendersi cura delle proprie radici, alimentandone il ricordo.

Ecco da dove è scaturita la scintilla per la proposta di un archivio di foto d’epoca al Circolo Sociale San Leucio. Perché le famiglie sono istituzioni attive e protagoniste del processo storico. Ogni famiglia è unica. Viene fuori così un mosaico del Novecento Leuciano attraverso gli occhi di famiglie laboriose, con un grande senso di appartenenza e di comunità sana e solidale, che travalica gli steccati di ceto, di religione e di politica.

Ogni famiglia apre il proprio scrigno dei ricordi e condivide scatti fotografici, attimi di vita che costituiscono le tessere preziose per la definizione di una memoria collettiva.

Questa mostra non si pone, quindi, come atto conclusivo bensì come l’atto di nascita di un percorso virtuoso che ha come meta la costruzione di un vero e proprio archivio fotografico (digitale) condiviso. Per dare un primo ordine alle tante foto raccolte abbiamo considerato Data, Epoca, Luogo, Evento e i Soggetti, ed infine abbiamo chiesto a tutti di segnalare agli organizzatori non solo chi ha riconosciuto in quel determinato scatto ma anche ogni altra informazione ritenuta utile allo scopo.

Queste sono solo alcune delle più comuni categorie alle quali siamo ricorsi per dare una prima lettura del documento fotografico, che, è superfluo dirlo, ha un’enorme valenza storica. Il progetto, che inizialmente vedeva coinvolti solo gli appartenenti al sodalizio, da oggi vuole allargarsi a tutte le altre associazioni e famiglie dei borghi di Vaccheria, San Leucio, Briano e Sala.

Affermava Italo Calvino: “Comunicare è condividere. E qualsiasi cosa condivisa raddoppia il piacere.” Pensiamo a quando assaggiamo un vino buonissimo e la prima cosa che ci viene da fare è raccontarlo ad un amico, incitandolo a provarlo insieme a noi: in questo caso condividiamo perché desideriamo vivere (o ri-vivere) un’emozione o una sensazione di piacere insieme ad un’altra persona.

Dice il saggio: la nostra vita è migliore quando possiamo porla nella memoria degli altri.

Giancarlo Pignataro (Circolo Sociale San Leucio)

Orari di vista della mostra:
dal lunedì al venerdì – ore 10:0012.00
o previo appuntamento dal 19/02 al 19/04

Info: circolosocialesanleucio@gmail.com

WhatsApp 3773137142 – cell. 3661848354