Aversa, il Comune approva un progetto di finanziamento per il riutilizzo dei beni confiscati alla camorra

Restituire i beni confiscati alla criminalità organizzata alla comunità è un impegno etico. E l’amministrazione comunale di Aversa si è impegnata in tal senso.

Su proposta dell’assessore di Santospiega il Sindaco Golia – si è approvato in Giunta un progetto di finanziamento di riutilizzo di beni confiscati.

Abbiamo chiesto un finanziamento di circa 100.000 euro che saranno utilizzati, in caso di esito positivo, per rendere più fruibile e accogliente il bene di via Gramsci col fine di attivare azioni di natura sociale“.

Che centro sarà 

Il progetto presentato dal titolo “AffidAbile – continua il Sindaco – propone l’attivazione di un Centro polifunzionale per l’affidamento familiare dei minori e di tutela delle donne in difficoltà. 

Siamo sulla strada giusta, voglio sottolineare la partecipazione di tutte le Associazioni che hanno aderito al tavolo di coprogettazione, un metodo di lavoro innovativo che parte realmente dal basso, che già l’anno scorso ha premiato la progettazione della città di Aversa per la qualità della proposta per il recupero del bene di via de Chirico per il quale sono in corso i lavori di ristrutturazione”.