Aversa, “Stranormanna” ottava edizione al via. Il tema 2019 è “Disabilitiamo la Disabilità”

Aversa, città normanna e delle cento chiese, domenica 22 settembre ospiterà atleti Top e podisti amatori per correre per le strade della città i dieci chilometri di valore della “Stranormanna” evento nato quasi per caso. L’appuntamento, si svolge con egida dell’OPES Italia, ma sono tanti i patrocini che la sostengono.

Dopo la parte tecnica della gara competitiva, rimarranno la colorata festa di gioia e di riflessioni. La Stranormanna per chi non la conoscesse, non è mai stata solo una gara sportiva, nella sua storia ha avuto importanti finalità sociali, questa sesta edizione ha per tema “Disabilitiamo la Disabilità” dedicato l’inclusione sociale dei bambini “speciali” favorendo l’eliminazione di tutte quelle barriere che normalmente caratterizzano la comunicazione e l’interazione dei bambini disabili. L’appuntamento conta la partecipazione di oltre 1500 partecipanti, centinaia sono le famiglie alla partenza della stracittadina. Alla kermesse non mancheranno le novità da scoprire inserite dal patron Giuseppe Andreozzi.

La medaglia, (in foto) che metteranno al collo i partecipanti al traguardo è bella a guardarla per i suoi gioiosi colori, ricca di simboli della storia e della cultura di Aversa, le due figure che corrono avvolti in uno stesso nastro mostrano il tema di questa edizione 2019. Una medaglia che ha un valore superiore alla distanza dei 10 km che vuole esprimere come ogni persona riesce a superare i propri limiti e a raggiungere traguardi personali, attraverso percorsi e difficoltà differenti. Ideatrice di tanto splendore ”Martina Maria De Stefano” studente della facoltà di architettura “Luigi Vanvitelli”. La partenza e tutti gli altri momenti di rilievo saranno accompagnati dall’inno della Stranormanna brano scritto e cantato da Giuseppe Mele e Morena De Rosa con la musica del Maestro Lanza. Presenta la manifestazione Gennaro Varrella.