La denuncia della Cisas Caserta: i proprietari di case lato Baia Domizia privati degli stalli fuori dalle abitazioni

Uno dei tanti parchi all'interno di Baia Domitia

“I comuni di Sessa Aurunca e di Cellole fanno cassa sulle spalle dei proprietari di case nelle frazioni marittime di Baia Domitia”. E’ la denuncia contenuta nella nota stampa giunta dalla segreteria provinciale della Cisas Caserta.

“Strisce dovunque – notano i delegati zonali della Cisas – anche fuori agli ingressi delle abitazioni. I proprietari di case in Baia Domitia Sud sono stati rapinati in silenzio dei loro spazi stradali fuori alle loro abitazioni o nei parchi senza nemmeno una comunicazione. Inoltre, gli stessi residenti lamentano che, pur pagando tasse e tributi comunali, non hanno neanche ricevuto il kit relativo ai rifiuti ne le buste per i vari tipi di rifiuti.

Non hanno nemmeno sinora ricevuto il calendario delle giornate di raccolta rifiuti. La cosa – secondo la Confederazione Cisas – è preoccupante in quanto tra poco la stagione balneare chiuderà i battenti e in questo modo il Turismo viene danneggiato, non aiutato. Il silenzio dell’Amministrazione, che quotidianamente racconta le sue imprese, è strano”