Baia Domizia, il farraginoso meccanismo dei parcheggi a pagamento indigna gli automobilisti

Baia Domizia, parcheggio a pagamento

Da alcune settimane sono state introdotte presso Baia Domizia sud, di competenza del comune di Cellole, una rete di strisce blu con lo scopo di delimitare le aree di soste a pagamento.

La decisione improvvisa ha scosso gli assidui frequentatori della zona. Inoltre, alcuni residenti hanno visto sorgere delle strisce blu in corrispondenza dell’uscita delle proprie abitazioni.

Ma la questione non si è conclusa qui, dal momento che sono iniziate a fioccare delle multe ai sensi dell’articolo 157 del codice stradale, in merito alla fermata e sosta del veicolo, sanzionando anche coloro che hanno parcheggiato rispettando le strisce blu segnalate e pagando il corrispettivo dovuto per la sosta.

Il problema sorge dal momento in cui, svoltando col veicolo nelle numerose strade senza uscita, a terra è possibile riscontrare una duplice striscia di due colorazioni differenti, blu e gialla, la quale dovrebbe segnalare la diversa condotta da rispettare nei pressi di questa, ovvero l’esposizione di un abbonamento e non del semplice tagliando di pagamento della sosta.

Strisce blu gialleTuttavia, osservando la segnaletica installata, è presente esclusivamente la dicitura: “abbonamento parcheggiare entro le strisce”, senza alcun riferimento alla tipologia di strisce entro le quali poter parcheggiare senza incorrere in alcuna effrazione, essendo inoltre presente nei paraggi l’apposito parchimetro.

La duplice striscia induce i villeggianti in errore, non esplicando correttamente in quali casi è corretto parcheggiare, senza incorrere in sanzioni.

Ci auguriamo che questa confusione venga al più presto chiarita, anche per non aggravare ulteriormente l’immagine del Litorale Domizio che in queste ultime settimane è stata ingiustamente compromessa, sia per i furti nelle auto che per la vicinanza agli ex palazzi Cirio, venuti tristemente agli onori della cronaca per il focolaio di contagi da Covid di una decina di giorni fa. In piena stagione estiva, questa serie di episodi negativi sicuramente non giova ai numerosi operatori commerciali che stanno facendo tanti sacrifici per cercare di risollevare un anno da dimenticare.