Bando delle periferie: il Consiglio Comunale si schiera contro la sospensione dei finanziamenti

immagine di repertorio

Il Consiglio Comunale, nel corso della prossima seduta, si schiererà compatto contro la decisione, adottata dal Governo in occasione del decreto Milleproroghe, che prevede la sospensione dei finanziamenti inerenti il bando per il recupero delle periferie. La città di Caserta, infatti, è riuscita ad ottenere risorse per ben 18 milioni di euro che dovranno servire ad intervenire nella riqualificazione di importanti quartieri della città. Previste, poi, anche azioni volte a creare un efficiente sistema di videosorveglianza, nuove strutture sportive e altre opere dalla forte valenza sociale. In occasione del prossimo Consiglio Comunale verrà presentata, ad opera del Partito Democratico, una mozione con la quale si chiederà al sindaco Carlo Marino di “manifestare al Governo e ai parlamentari eletti nella nostra regione la assoluta contrarietà del comune di Caserta al provvedimento, contenuto nel decreto-legge cosiddetto Milleproroghe, che dispone il differimento al 2020 dell’efficacia delle convenzioni concluse”. Inoltre, nel documento si chiede al primo cittadino di “attivarsi immediatamente presso tutte le sedi istituzionali coinvolte e di avviare ogni iniziativa utile a preservare il piano nazionale per le periferie ed in particolar modo il progetto che riguarda la nostra città”. In realtà Marino ha già intrapreso diverse iniziative in tal senso. Martedì scorso, infatti, il sindaco di Caserta si è recato a Roma (alla Camera dei Deputati) con una delegazione dell’Anci, firmando un documento molto duro dell’Associazione dei Comuni Italiani, sottolineando come le convenzioni debbano ritenersi già efficaci dallo scorso marzo e come i Comuni abbiano già proceduto a mandare avanti le procedure. In particolare, il Comune di Caserta ha approvato, proprio nella seduta di Giunta odierna, i progetti definitivi relativi al bando per la riqualificazione delle periferie, mentre entro il 15 settembre arriverà l’ok ai progetti esecutivi mediante una determina dirigenziale. Come previsto dall’iter, poi, tutta la progettazione sarà inviata alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. “Il Comune di Caserta – ha spiegato il sindaco Marino – sta rispettando i tempi in maniera perfetta. Il sostegno del Consiglio Comunale ci dà ancora più forza nell’ambito della battaglia che stiamo conducendo assieme all’Anci per lo sblocco dei finanziamenti. Non possiamo accettare una decisione così scellerata, che ci impedirebbe di intervenire sulla riqualificazione di aree di grande importanza per la nostra città. Questa Amministrazione è stata capace di recuperare 18 milioni di finanziamenti e intende portare avanti interventi che saranno in grado di cambiare il volto a diverse zone di Caserta. Non possiamo rischiare di perdere questi fondi a causa della miopia e della leggerezza di questo Governo”.

Nel frattempo, su questo delicato argomento si è mosso anche il deputato Piero De Luca, il quale ha presentato un emendamento al decreto Milleproroghe che chiede esplicitamente di riprendere le convenzioni e di riattivare i finanziamenti necessari all’avvio degli interventi. L’onorevole De Luca ha lavorato in stretta sinergia con l’Amministrazione Comunale al fine di allegare un’ampia e dettagliata documentazione sugli interventi in programma nella città di Caserta.