Basket, al Palalido di Milano alla Juvecaserta manca il rush finale

Juvecaserta al Palalido di Milano

Nel surreale silenzio del Palalido allo Sporting Club Juvecaserta è sfuggita per una inezia la possibilità di aggiudicarsi due punti importanti contro il locale quintetto dell’Urania. La partita è vissuta sempre sul piano dell’equilibrio ed alla fine la differenza l’hanno fatto alcuni dettagli come qualche rimbalzo offensivo di Piunti o qualche penetrazione di Sabatini od ancora il vantaggio dei locali di raggiungere il bonus solo nell’ultimo minuto di gara.

Caserta parte benissimo con un 10-0 di parziale propiziato dai canestri di Allen, Cusin, Giuri e Carlson. Il primo canestro milanese viene dopo 3’03” ed è frutto di un buon tiro di Raivio cui corrisponde dall’altra parte un’altra realizzazione di Allen (5-12). Poi, Milano trova un eccezionale 4/4 dalla grande distanza e riesce a rientrare pienamente in gara trovando il primo vantaggio sul 21-19 con Benevelli.

Paci e Carlson pareggiano per due volte prima di un altro tiro da tre punti messo a segno da Montano (26-23). È ancora Carlson a ridurre il margine ad un sol punto prima della tripla di Hassan che, dopo l’errore di Benevelli, consente alla sua squadra di chiudere in vantaggio (26-28) la prima frazione. Non cambia la fisionomia della gara nel secondo quarto anche se si abbassano le percentuali di tiro da una parte e dall’altra.

Il punteggio continua ad essere in equilibrio con gli ospiti bianconeri che nella fase finale del periodo mettono a segno un break di 7-1 che consente loro di andare all’intervallo lungo con quattro lunghezze di vantaggio (40-44). Al rientro in campo la partita continua sulla stessa falsariga con gli ospiti bianconeri che riescono a mantenere vantaggi minimi fino ad un minuto dalla sirena quando Montano riporta i suoi in vantaggio per 59-58. Nella successiva azione Cusin è fermato fallosamente, ma riesce solo a pareggiare e nell’ultimo tentativo Montano mette a segno una fortunosa tripla che fissa il punteggio  sul 62-59.

L’ultimo periodo è continuato sul piano dell’equilibrio con vantaggio massimo dei padroni di casa di 6 punti (66-60) dopo 1’48”. La reazione casertana è venuta da una tripla di Carlson  e da un successivo canestro di Cusin che ha segnato il -1 (66-65). Ancora Raivio e Sabatini ad incrementare il vantaggio (70-65) e Giuri e Paci ad annullarlo (70-70) a 3’27” dal termine. Sabatini realizza in entrata ma sbaglia l’aggiuntivo e Carlson riporta i bianconeri in vantaggio (72-73).

A questo punto diventano decisivi i viaggi in lunetta con il 4/4 di Piunti e Raivio che sfruttano i rimbalzi offensivi per ridare la testa della gara ai padroni di casa (76-73) ad 1’10” dal termine. Nell’ultimo giro di lancette i milanesi non sbagliano dalla linea del tiro libero e la tripla di Carlson a poco più di un secondo dalla fine serve soltanto a definire il punteggio finale (81-79).

Urania Milano – Sporting Club Juvecaserta 81-79
(26-28, 40-44, 62-59)

Urania Milano: Raivio 20 (6/15, 1/2), Sabatini 17 (5/10, 1/4), Montano 15 (2/6, 3/12), Benevelli 13 (1/3, 3/4), Piunti 6 (1/5, 0/1), Lynch 5 (2/7, 0/0), Negri 5 (1/3, 1/4), Pagani ne, Piatti ne, Chiapparini ne, Lazari ne. Allenatore: Villa

Sporting Club Juvecaserta: Carlson 23 (6/8, 3/6), Allen 16 (4/6, 0/6), Giuri 14 (1/5, 3/5), Cusin 12 (5/7, 0/0), Paci 8 (3/5, 0/0), Hassan 5 (1/4, 1/3), Turel 1 (0/0, 0/0), Vigliotti ne, Valentini 0 (0/0, 0/0), Bianchi 0 (0/3, 0/1). Allenatore: Gentile

Milano: tiri da 2 18/49 (37%), da 3 9/27 (33%),  liberi 18/27 (67%), rimbalzi 43 di cui 19 offensivi, assist 16

Caserta: tiri da 2 20/38 (53%), da 3 7/21 (33%),  liberi 18/24 (75%), rimbalzi 41 di cui 9 offensivi, assist 19