Basket, la Paperdi Caserta fa il colpaccio al Palasport di Gravellona Toce

Basket, la Paperdi Caserta fa il colpaccio al Palasport di Gravellona Toce
glp-auto-700x150
mywell
previous arrow
next arrow

La squadra di Ciro Dell’Imperio, nonostante l’assenza di Niccolò Moffa, domina il confronto contro la Paffoni Fulgor Omegna imponendosi per 77-87, conquistando la quarta vittoria in campionato, la terza nelle ultime quattro partite, e mettendo così il fiato sul collo della Lars Virtus Arechi Salerno, penultima e impegnata domani, domenica, nel derby con la Geko PSA Sant’Antimo.

Il primo parziale è praticamente perfetto per i bianconeri. Il pallone viaggia che è un piacere in attacco, mandando a segno le prime sette conclusioni dal campo, compreso un tiro da tre punti di Paolo Paci. La tripla di Alibegovic spariglia le carte al 4′ per il 10-14, da lì Omegna viene sopraffatta dalla difesa della Juve che non concede più tiri puliti: un break di 5-18 puntellato da sei punti in fila di Lucas manda le squadre al primo riposo sul 15-29.

lucabrancaccio
lapagliara
glp-auto-336x280
previous arrow
next arrow

La Paffoni prova a reagire con Torgano, Baldassarre e Kosic ma il canestro di Vitale al 15′ permette alla Paperdi di mantenere dodici lunghezze di margine (22-34). Il time out di coach Ducarello però ridà vita ai padroni di casa, che firmano un parziale di 9-0 che li riporta sotto di un possesso (31-34 al 18′). Caserta trova la forza di reagire grazie alla difesa; poi, i contropiedi di Mehmedoviq e Butorac ridanno respiro per il 33-40 dell’intervallo lungo.

Dopo il pericolo scampato, Caserta riesce nuovamente a far valere il proprio piano tattico, costringendo Omegna a tanti errori in attacco. I bianconeri volano in transizione e tornano in doppia cifra di margine con i canestri di Paci e Pagano (37-48), per poi mollare il colpo decisivo alla partita con un parziale di 10 a zero con le triple di Lucas e Alibegovic ed il gioco da quattro punti di capitan Sergio (39-58). Baldassarre e Balanzoni provano a rianimare Omegna, la Juve rimane attenta e tocca anche il massimo vantaggio con il gioco da tre punti di Alibegovic (46-68), per arrivare all’ultimo stop and go sul 50-70. I bianconeri riescono a controllare per sei minuti gli avversari, che provano a rimanere in vita solo grazie ai canestri di Coltro, ma Omegna non riesce a colmare tutto lo svantaggio portandosi al massimo sul -10 con i due punti conclusivi di Solaroli.

Paffoni Fulgor Omegna-Paperdi Caserta 77-87

(15-29, 33-40, 50-70)

Omegna: Balanzoni 17 (7/11, 0/0), Coltro 16 (3/3, 2/4), Baldassarre 15 (2/3, 3/6), Kosic 10 (3/4, 1/6), Solaroli 6 (1/1, 0/2), Torgano 6 (0/0, 2/5), Fazioli 4 (1/4, 0/4), Picarelli (0/0, 1/2), Fomba NE, Jokovic NE, Puppieni NE, Trebeschi NE. All. Ducarello

Caserta: Alibegovic 23 (4/8, 3/6), Mehmedoviq 15 (4/6, 0/1), Paci 10 (3/5, 1/1), Sergio 9 (1/4, 2/3), Lucas 9 (2/4, 1/2), Butorac 9 (3/3, 1/2), Vitale 8 (2/2, 1/3), Mastroianni 2 (1/4, 0/1), Pagano 2 (1/1, 0/0), Pisapia (0/0, 0/0). All. Dell’Imperio.

Arbitri: Zuccolo di Pordenone e Zanelli di Motta di Livenza (TV)

Omegna: tiri liberi 16/23, rimbalzi 28 5+23 (Balanzoni 7), assist 16 (Kosic 6)

Caserta: tiri liberi 18/23, rimbalzi 31 5+26 (Alibegovic 8), assist 14 (Alibegovic e Butorac 3)