Basket, Maddaloni alza bandiera bianca in coppa

La Pallacanestro San Michele Maddaloni ha ceduto il passo al San Nicola nella semifinale della Coppa Campania. Maddaloni ha iniziato bene segnando i primi due canestri, ma di fronte c’era la prima della classe che dopo quattro giri di lancette si è portata sul 10-5. Ai biancazzurri sono stati sanzionati tanti falli, alcuni anche veniali, e così in un batter d’occhio Chiavazzo si è ritrovato con tre penalità. La difesa del San Michele è riuscita a limitare molto bene Johnson, lasciandolo ricevere lontano da canestro.

Purtroppo qualche dormita difensiva di troppo sugli altri avversari, che spesso vanno a rimbalzo senza subire il tagliafuori, fa sì che San Nicola continui ad avere il naso avanti. Due triple consecutive di Desiato e Moccia ricucio lo svantaggio sino al meno uno con il quale finisce il primo quarto. Il secondo periodo vede i sannicolesi iniziare con un 8-0 che sembra poter far male. Fortunatamente i calatini non perdono la testa e stringono i denti, restando aggrappati alla partita. I Cedri spingono e raggiungono anche la doppia cifra di vantaggio (31-21 al 15′), ma grazie alle triple di Ragnino, Requena e ancora Moccia il match resta aperto e si va al riposo lungo sul 40-33. La ripresa inizia un po’ in sordina, con entrambe le squadre che devono aggiustare la mira. Maddaloni rosicchia qualche punto sino ad arrivare al meno quattro (42-38).

I biancazzurri difendono bene e recuperano un altro pallone che gli permette di partire in contropiede e prendersi una tripla aperta, ma che purtroppo viene sbagliata. Dal possibile meno uno il San Michele si ritrova a subire un break di 5-0 precipitando sul meno nove. È lì, forse, che si è decisa la partita. Al 26′, sul 55-43, coach Parrillo ricorre ad un timeout per motivare i propri giocatori. Mentre il gioco è fermo viene sanzionato un fallo tecnico a Johnson per proteste che, cumulato all’antisportivo precedente, gli vale l’espulsione. Il contraccolpo arriva, ma colpisce Maddaloni che quasi sembra spegnere la luce andando all’ultimo riposo corto sul meno quindici. Nell’ultima frazione non cambia l’andazzo. L’unico che riesce a mettere punti a referto per i calatini è Requena, imbeccato dai compagni con gli scarichi sotto canestro. La difesa però non regge, e così al 35′ San Nicola raggiunge il massimo vantaggio sul 76-56. Il resto è garbage time, con Parrillo che accetta la sconfitta e concede spazio ai più giovani.

Cedri San Nicola – Pall. San Michele Maddaloni 83-64

Parziali: 19-18; 40-33; 64-49.

San Nicola: Spalice n.e., Pignalosa 21, Riccio 7, Di Martino n.e., Viera 18, Marini, Garofalo 2, Mihalich 10, Erra 3, Zamo 2, Russo, Johnson 20, All. Falcombello.

Maddaloni: Requena 21, Ragnino 6, Bocciero 2, Cioppa, Spallieri 2, Moccia 9, Desiato 11, Pascarella, Della Peruta 1, Rusciano 6, Chiavazzo 6, Cerreto, All. Parrillo, Ass. Dandolo.

Arbitri: Luca Mogavero di Bellizzi (SA) e Mauro Sacco di Salerno.