Bella, italiana, unica. Diventerà famosa? Scopriamo Aïcha Fall, modella rampante di Caserta

Aicha Fall

Caserta – La sua carriera da modella è ancora all’inizio ma, secondo gli addetti ai lavori, la giovanissima Aïcha ha tutto ciò che serve per arrivare in alto: determinazione, una bellezza rara ed esotica, le misure richieste dall’alta moda. Lei è Aïcha Fall, modella e fotomodella nata e cresciuta a Caserta che punta alle passerelle di Milano e Parigi.

Appena 18 anni di età, ben 183 centimetri di altezza, misure 81-64-85. Aïcha Fall è la ragazza di copertina – CoverGirl – di CasertaWeb di gennaio 2022. Scopriamo il suo personaggio attraverso l’intervista che ci ha rilasciato:

Da quanto tempo fai la modella?
Circa da due anni e mezzo, ho cominciato quando avevo quasi 16 anni. Purtroppo, però nel frattempo è iniziata la pandemia, quindi, non sono riuscita a fare molti lavori.

Come hai cominciato?
Inizialmente non volevo. Anche perché vedevo la mia altezza come un difetto e non mi piacevo. Mi ha contattata il capo di un’agenzia perché avevamo un contatto in comune: una mia amica di infanzia che già lavorava per lui. O meglio, ha contattato mia mamma perché io ero ancora minorenne. Ho fatto il corso di portamento con lui e da lì è cominciato tutto.

Perché a tutte le ragazze piace il lavoro di modella? Cosa c’è di bello?
Non credo che piaccia solo alle ragazze, piace anche ai ragazzi. Cosa c’è di bello? Non te lo so dire… Forse facendo la modella, vedendo le tue foto, ti vedi in un modo in cui di solito non riesci a vederti. Cominci a vederti in modo diverso, non è soltanto una questione fisica ma coinvolge anche la tua persona. Almeno per me è questo.

Ti spinge anche la passione per la moda?
Prima di iniziare a fare la modella non avevo la passione per la moda. La passione in me è nata ed è cresciuta mente cresceva il mio lavoro.

Hai mai partecipato a concorsi di bellezza?
No. Non credo che lo farò mai. Credo che ci sia troppa competizione ed a me questo non piace.

Che obbiettivi hai rispetto al tuo lavoro di modella?
A me piacerebbe arrivare in alto e spero di riuscirci. Secondo me posso riuscirci, vedremo.

Preferisci le sfilate oppure gli shooting?
Le sfilate! Mi piacciono anche gli shooting ma di più le sfilate perché quando stai sulla passerella non vedi nulla, non vedi le altre persone. Ci sei solo tu con l’abito ed è una bella sensazione anche se è strana.

Come è stato vissuto dalle persone intorno a te il fatto che tu hai iniziato a fare la modella?
Mia mamma mi appoggia, anche quando ero più piccola mi ha sempre accompagnata dappertutto. Qualche situazione di invidia da parte delle mie amiche c’è stata ma non mi interessa. Può succedere, ci sta.

Sei italiana ma hai nome e cognome stranieri…
Sì, sono figlia di una coppia mista: mia madre è italiana e mio padre è africano, del Senegal. Il cognome è di mio padre, il nome lo ha scelto mia madre ispirandosi alla canzone di Khaled.

Secondo te esiste ancora il razzismo? Ti è mai capitato di esserne vittima?
Sì, il razzismo esiste. Io l’ho provato più volte, anche in piccole cose. Ti faccio un piccolo esempio: a Caserta non ci sono parrucchieri specializzati in capelli afro. Se vado da un parrucchiere qualsiasi nessuno sa dove mettere le mani.

Ti posso fare un altro esempio: a scuola quando i professori mi vedono per la prima volta danno per scontato che io non sappia parlare l’Italiano, che io non sia italiana.

Cosa studi?
Frequento il liceo classico, al Manzoni, questo per me è l’ultimo anno. Non so cosa vorrò fare dopo, non me lo chiedere perché non ne ho idea. Di sicuro voglio iscrivermi all’Università però non so ancora quale. Di sicuro non materie scientifiche.

Come ti vedi da grande? Il tuo obbiettivo vero è realizzarti come modella oppure attraverso lo studio?
Voglio prendere sul serio il mio lavoro da modella però sicuramente voglio anche completare gli studi. Per me questo è importante non solo per uno sbocco lavorativo ma anche per la mia cultura, per la mia persona.

Segui Aïcha Fall su Instagram: _aichafall_ .