Biblioteca Bene Comune con la scrittrice e regista Monica Mazzitelli oggi al Parco degli Aranci

L'artista Fiorella Pontillo, attivista della rete Biblioteca Bene Comune

Venerdì 11 settembre nella Villetta di Parco degli Aranci quinto appuntamento in programma per il cartellone estivo di Biblioteca Bene Comune, progetto sostenuto da Fondazione con il Sud e dal Centro per il libro e la lettura.

La scrittrice e regista Monica Mazzitelli ci parlerà del suo nuovo romanzo “Di morire libera – La vita ardente di Michelina Di Cesare, briganta”, con una tappa speciale del suo tour di presentazioni, l’unica nella terra natia della brigantessa protagonista del libro, nata in provincia di Caserta.

Il romanzo è ispirato infatti alla figura documentata della banditessa Michelina Di Cesare, una delle icone più interessanti della storia del brigantaggio post unitario, e si basa su un minuzioso lavoro di ricerca archivistica. Il risultato è un western femminista hard-boiled, filtrato da uno sguardo moderno, con ritmi serrati e filmici.

A presentare il volume Francesco Gentile e Pasquale Iorio. Partecipano l’editore Luigi Lorusso e Drusilla De Nicola (Presidente Comm. Pari Opportunità).

La partecipazione è libera e gratuita, e consentita fino a raggiungimento della capienza massima. Per garantire la sicurezza di tutti e nel rispetto delle norme vigenti all’ingresso saranno chiesti i dati per la registrazione e prima di accedere alla “platea” verrà misurata a tutti la temperatura.

La scelta della Villetta di Parco Aranci per noi è importante – sostengono gli attivisti – è un posto speciale, che è diventato uno dei Beni Comuni della città. Dopo anni di degrado e di abbandono, ha iniziato un anno fa il percorso di gestione condivisa grazie ad un ampio gruppo di cittadini che ne ha ripristinato l’apertura e la chiusura, mettendo in sicurezza, abbellendo e prendendosi cura dell’intero spazio e facendolo vivere con iniziative, feste, incontri. 

È anche da questa esperienza, che il nostro progetto trae la linfa e l’entusiasmo necessario a rilanciare la sfida di cambiamento che ci proponiamo. Proprio in queste settimane, è in corso la realizzazione di un Percorso ludico didattico per persone normodotate e con disabilità, un percorso che venerdì farà da sfondo all’evento di quest’oggi“.