In bicicletta da Caserta ad Agerola e poi a Napoli in ricordo di Fausto Coppi

Caserta – Il mito di Fausto Coppi non avrà mai fine vuoi per le sue grandi imprese ciclistiche vuoi per la sua improvvisa scomparsa il 2 gennaio del 1960 in seguito ad una semplice malaria mai capita e curata. La sua leggenda è fonte ispiratrice di tante iniziative che si svolgono in ogni angolo d’Italia.

In vista della tappa Napoli/Napoli del Giro d’Italia sabato 14 maggio l’associazione “Amici di Fausto Coppi” di Caserta ha organizzato una pedalata commemorativa a lui dedicata per ricordare la sua permanenza a Caserta come militare da novembre 1944 a maggio 1945 attendente di un ufficiale inglese della Raf. Proprio a metà maggio del 1945, 77 anni fa, Fausto Coppi smessi i panni di militare risalì in bici un’Italia devastata dalla guerra per rientrare finalmente a casa.

L’iniziativa,  coordinata  da Pasquale Ventriglia in collaborazione con gli altri  promotori e realizzatori del monumento a Fausto Coppi Amedeo Marzaioli, Angelo Letizia, Domenico Pratillo, Gianpaolo e Renato Iaselli, intende accomunare in un’ ideale gemellaggio i due unici  monumenti dedicati a Coppi esistenti in Campania,  quello di Ercole di Caserta inaugurato lo scorso 2 gennaio  e quello di  Agerola, la mitica salita del Giro di Campania,  a ricordo delle sue epiche vittorie ottenute nel 1954 e 1955,  che  fu inaugurato nel 1961 su iniziativa del giornale Il Mattino di Napoli che all’epoca organizzava il  Giro di Campania con la direzione di corsa di Vincenzo Milano.

Il gruppo dei partecipanti alla ciclopedalata  prenderà il via alle ore 8 di sabato 14 maggio da Ercole di Caserta all’altezza del Monumento a Fausto Coppi, starter l’assessore allo sport di Caserta Gerardina Martino.

Questi gli artefici di questa iniziativa dal sapore antico: Pasquale Ventriglia, Renato Iaselli, Biagio Pascarella, Carla D’Andrea, Biagio Petrocelli, Carlo Russo, Maria Piscopo, Daniela Veneruso, Angelo Campomorto, Guido Bruno, Nicola Golino, Pietro Delli Paoli, Marcello Vittorioso e Giuseppe Ferlito assistiti e scortati da Vincenzo Morgillo, Angelo Letizia e Amedeo Marzaioli.

I ciclisti giungeranno ad Agerola dopo 75 km. intorno alle ore 12 ed all’altezza del monumento a Coppi saranno accolti dall’assessore allo sport Salvatore Acampora per la prevista sosta ristoro presso il vicino Hotel Le Rocce, dopodiché sempre in bici raggiungeranno Via Caracciolo a Napoli per assistere all’arrivo della tappa del Giro d’Italia.

Sia a Caserta che ad Agerola verranno sistemati due striscioni celebrativi dell’evento con la dicitura: “Coppi e Coppi nei ricordi di Caserta ed Agerola”.