Il bilancio operativo del secondo semestre 2018 per il gioco online

Il mese di dicembre 2018 chiude a livello di bilancio operativo un anno estremamente complesso da analizzare in termini analitici per quanto riguarda il settore del gioco d’azzardo e nello specifico dei casinò online. In generale il trend che interessa l’industria del gambling è caratterizzato da alcuni significativi eventi che lo vanno a definire, dando una svolta positiva oppure no ma soprattutto concentrandosi sulla prevenzione.

Quest’anno però ci sono stati differenti tendenze e segnali, a volte preoccupanti, altre invece no, che potrebbero determinare in qualche misura ciò che andremo a vedere a partire dal primo trimestre operativo per il 2019.

Il bilancio quindi dovrà tener conto anche di questi aspetti e di una proiezione votata per una volta verso il futuro, che appare incerto, piuttosto che verso un passato recente, dove i dati sono stati quasi sempre, punto in più o punto in meno, positivi.
—–

Il bilancio del 2018 per il gioco online

Quale momento migliore, rappresentato dall’ultimo mese dell’anno, che come tutti sanno culminerà con le vacanze natalizie per tracciare e analizzare il dato che è arrivato dagli introiti raccolti durante il periodo che va da settembre fino alla fine di ottobre 2018, per avere un quadro maggiormente completo ed esaustivo di quello che andremo a vedere da qui al prossimo semestre.

Alcune delle società specializzate in casinò online hanno chiuso il primo bilancio semestrale dell’anno in corso, in positivo, mostrando anche una crescita dovuto a nuovi investimenti programmatici che avevamo già potuto notare verso la fine dello scorso anno. Le quote di mercato rappresentate per la spesa dei casinò digitali, indicano quindi una crescita costante, in generale per questo tipo di attività, registrata tra il 4,20 e il 6,79%, dove però ancora una volta si sfiora il 10% senza raggiungerlo. Questo vuol dire che i casinò online rappresentano ancora una volta una nicchia ben organizzata e sviluppata, rispetto alle porzioni di gioco e alla spesa nazionale che rende il nostro Paese un popolo di giocatori e di scommettitori, ma di stampo abbastanza tradizionale. Si punta ancora molto sulle lotterie, istantanee e non, mentre crescono la spesa per le scommesse sportive e quella per le sale slot e Vlt di tipo fisico.

Che cosa è cambiato con il Decreto Dignità per il gioco d’azzardo

Questo è un dato che però apre su un altro tipo di analisi: stiamo commentando quello che è successo dopo l’estate, cioè dopo che il Governo Conte ha attuato il Decreto Dignità, che al suo interno contiene anche ordinamenti che limitano e monitorano le attività del gioco d’azzardo legale nel nostro Paese. A prima impressione i dati non hanno inciso in maniera significativa con il circuito del gioco online.

Una ragione in più per essere fiduciosi in questa conclusione di un anno complesso come il 2018, dove entrando nello specifico ci sono stati cambi di rotta e nuovi trend per quanto riguarda l’attività dei casinò online e le proposte per il pubblico. Tra i giochi più diffusi e praticati, secondo i dati messi a disposizione dall’agenzia AGIMEG, risulta che nel nostro Paese è in calo il segmento delle poker room, mentre sale il dato che riguarda la selezione di tutti i giochi da casinò online dalla roulette alle slot machine, passando naturalmente per i video poker fino ad arrivare al gioco di carte del blackjack, che pare abbia sostituito nelle abitudini del largo pubblico, quello che era stato il tormentone del poker sportivo e in particolare del Texas Hold’Em, ormai tornato nei ranghi del gioco di culto per veri appassionati ed esperti.

I giochi più praticati durante il 2018: dati e statistiche

Un cambio di tendenza che però non preoccupa i principali operatori di giochi online, visto che tale scelta è imputabile a un aspetto essenzialmente legato proprio alla fruizione e alla giocabilità che avviene tramite app per smartphone e tablet. In pratica il mezzo influenza anche il gioco, privilegiando ad esempio una attrattiva classica da casinò live come la roulette, oppure un gioco attualmente in voga come il Blackjack.

In patica si gioca forse di più rispetto agli anni passati, ma questo avviene in modalità e con tempi piuttosto differenti. Una partita o un torneo di poker online ha una durata abbastanza lunga, come del resto avviene anche con il gioco live, mentre la roulette, le slot, ma anche il Blackjack richiedono un livello di attenzione e di tempo molto più basso. Questo premia di fatto la frammentarietà dei giochi come i dadi, il baccarat oppure il bingo online, che stanno ottenendo sempre più attenzione mediatica per rafforzare la cornice di legalità e sicurezza nella quale operano.