Biodigestore, De Magistris in città per appoggiare la battaglia dei sindaci e di Speranza per Caserta

Foto: Ansa
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Mancano pochi giorni al nuovo atto della lunga battaglia combattuta dai sindaci di quattro comuni della conurbazione casertana (San Nicola la Strada, Capodrise, Recale e Casagiove) e dai consiglieri comunali di Speranza per Caserta per impedire che venga realizzato nella zona di Ponteselice l’ormai famoso biodigestore per il trattamento dei rifiuti umidi.

Il fronte contrario al progetto, composto anche da Legambiente Caserta e da altre associazioni, si è visto respingere il ricorso presentato al Tar della Campania (i giudici del tribunale amministrativo hanno definito il ricorso “inammissibile e in parte irricevibile”): poco dopo però i sindaci e i consiglieri di Speranza per Caserta hanno presentato appello al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar. In attesa dell’esito, il movimento politico del capoluogo ed i primi cittadini Marotta, Corsale, Porfidia e Crescente hanno organizzato un nuovo evento per informare la popolazione sul tema, ricevendo anche l’appoggio di un pezzo grosso della politica campana, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris.

simplyweb2023
simplyweb2023
previous arrow
next arrow

L’evento “No a biodigestore di Ponteselice, no alla proroga delle cave” si terrà lunedì 25 giugno al teatro Don Bosco di via Roma, a Caserta, a partire dalle 18.30. Il sindaco di Napoli verrà ad ascoltare quali sono i problemi della città capoluogo e a portare il suo sostegno alle tante vertenze ambientali aperte nella nostra città, dal biodigestore alla proroga dell’attività delle cave approvata dal presidente della Regione Campania De Luca.