“Blue Monday”, i consigli dello Psicologo Elpidio Cecere per sorridere nel giorno più triste dell’anno

Secondo il mito del “Blue Monday” esisterebbe una formula per calcolare il giorno più triste dell’anno. Nel 2021, cade esattamente il 18 gennaio. Prepariamoci allora, cari lettori, ad essere investiti inaspettatamente da questa deprimente giornata, da questo Lunedì Blu.

A conti fatti, il 18 gennaio, ci potremmo svegliare tutti improvvisamente tristi, un po’ come se fossimo il personaggio Tristezza del film Inside Out. Se solo fosse così semplice, se solo fosse un unico giorno a racchiudere tutta la tristezza dell’anno, sarebbe un lunedì fantastico, più che un lunedì triste. Così credendo, però, non daremmo giusta importanza ad un’ emozione che racchiude in sé la capacità di “raccoglierci”, con la possibilità di dare un senso a quello che ci accade o al dolore provato.

Ad oggi, il Blue Monday viene utilizzato come escamotage pubblicitario, partito nel 2005, quando una compagnia di viaggi decise di promuovere un’iniziativa tesa al mero condizionamento. Fu utilizzata una tecnica di persuasione che prevedeva la tristezza come arma vincente “non essere triste, parti per un viaggio”. È stato reso virale un fenomeno inesistente, spacciato per un “costrutto scientifico”.

L’umore è un qualcosa di più complesso, è un aspetto dell’attività mentale che dà forma a ciò che viene vissuto, o meglio percepito. Attraverso i nostri canali sensoriali, percepiamo quelli che sono gli stimoli proventi dall’esterno e in base a questi diamo una risposta umorale. Le variazioni umorali sono dettate, dunque, da eventi della vita.

L’umore è soggetto ad alterazioni: quando ci ritroviamo a vivere situazioni gradevoli o al contrario spiacevoli, l’umore flette verso l’alto o verso il basso, nella fattispecie vi è una flessione tra le due polarità che sono la depressione e l’euforia.
La psicologia definisce l’umore più di un semplice stato emotivo, esso include aspetti cognitivi, motivazionali e fisici, non sottovalutando alterazioni legate all’attività ormonale.

Nel Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali, il DSM-5, vi è una sezione interamente dedicata ai Disturbi del Tono dell’Umore. Questi differiscono dalle normali variazioni umorali, in termini di intensità e di durata. L’umore influenza non solo il modo in cui sentiamo ma anche come pensiamo, agiamo, dormiamo e viviamo. La tristezza è un’emozione che accomuna gli essere umani quando vi è un avvenimento spiacevole, ma vi è una demarcazione ferrea tra l’essere tristi e depressi, non confondiamo.

L’attribuire l’umore al colore di un gatto nero, al numero 17 o, come in questo caso, al terzo lunedì dell’anno, non è altro che una falsa credenza che va ad influenzare la nostra capacità percettiva e ci spinge in un errore valutativo. Ora cari lettori, sarete sorpresi nell’apprendere che è tutto frutto di un effetto psicologico, l’effetto placebo, ossia l’idea che vivere un giorno triste, inneschi in noi la tristezza.

Nello studio di Stone, A. A., Hedges, S. M., Neale, J. M., & Satin, M. S. (1985) è stato indagato l’andamento umorale durante i giorni della settimana, partendo dall’ipotesi che di lunedì l’umore sia più disforico rispetto agli altri giorni della settimana, caratterizzato, dunque, da maggiore tristezza, nervosismo e irritazione.

Dallo studio è emerso che non ci sono prove scientifiche a sufficienza per sostenere che di Lunedì si registri un peggioramento dell’umore rispetto agli altri giorni della settimana. Vi è risultato, invece, esserci un innalzamento dell’umore nel weekend. La percezione dell’umore non cambia in maniera chiara e netta di giorno in giorno, piuttosto dipende anche dall’umore sperimentato nei giorni precedenti con il quale si fanno dei confronti.

L’umore del Lunedì, in generale, è considerato più negativo perché confrontato con l’umore relativamente buono della Domenica. Dunque, non esistono prove scientifiche a conferma che il lunedì sia il giorno più triste della settimana, figurarsi se il 18 gennaio possa essere considerato il giorno più triste del 2021!

Buon lunedì, che sia il lunedì più bello dell’anno!

A cura di: Dott.ssa Giuseppina Angelino Daniele; Dott.ssa Martina Antico; Dott.ssa Chiara Castaldo; con la supervisione dello Psicologo Dott. Elpidio Cecere.